“Carte in viaggio”: quando viaggiare è anche giocare.

Condividi:

Cosa è “Carte in viaggio”?

L’idea di questo gioco mi è balenata in testa guardando un video di un tipo che aveva lasciato un messaggio in bottiglia nell’oceano e dopo anni qualcuno l’aveva trovato e gli aveva scritto. Un classico. Ma questa storia che a me sa molto di “poetico” l’ho voluta modernizzare e renderla anche più attraente mettendoci la componente ludica e un premio finale. Così è nata l’idea di “Carte in viaggio” e del suo gioco a premi.

Come si gioca.

Si gioca acquistando una confezione di 5 carte/tessere formato carta di credito. Su ognuna di esse, nelle lingue più comuni, ci sono scritte tutte le regole per giocare e vincere. Le 5 carte sono identiche per tutti. Non è un gioco di carte collezionabili.

Esempio di una carta in viaggio.

Il mazzo, una volta scartato, va registrato online sul sito ufficiale www.carteinviaggio.it tramite QR CODE/APP. Appena viene registrato, inizia il gioco e da quel momento parte un conto alla rovescia, alla fine del quale verrà dichiarata la squadra vincitrice.

Obbiettivo del gioco:

Entro un tempo limite dalla registrazione, le varie carte devono viaggiare, e fare più km possibili.

Come si gioca:

Il proprietario delle carte, prima di partire per un viaggio, invia al sito la sua posizione di partenza tramite APP. Una volta arrivato, invierà quella di arrivo. Il sistema calcolerà i km percorsi e controllerà anche che il regolamento (spiegato più sotto) venga rispettato. Giunto a destinazione potrà cedere la sua carta ad un altro viaggiatore, se vuole, oppure tenerla per sé e fare un altro viaggio. Ogni persona non può fare più di tre viaggi con la stessa carta.

Ognuna delle cinque carte si differenzia per il suo uso.

  • Può essere usata solo per viaggi in aereo.
  • Può essere usata per qualsiasi mezzo di trasporto tranne l’aereo.
  • Può essere usata solo per viaggi Extra europei.
  • Può essere usata solo per viaggi in Europa.
  • Carta Jolly. Tutto il mondo, tutti i mezzi.

Regole:

I viaggi devono avere un minimo di Km (differenziati a seconda del mezzo di trasporto) sennò non sono considerati “viaggi”.

I viaggi devono avere della pause minime tra la partenza e l’arrivo, onde evitare che le carte siano date ai piloti/controllori/tassisti.

Alla fine del periodo di gioco, le carte in uso si disattiveranno e non registreranno più i km percorsi.

Il set di carte conteggia i Km percorsi totali da tutti i vari possessori.

La classifica è aggiornata in tempo reale, e al termine del periodo di gioco, la “squadra” vincente (cioè tutti quelli che hanno preso parte ai viaggi delle carte) riceverà un premio che può essere un viaggio per tutti i partecipanti della “catena di viaggio” o dei buoni acquisto presso gli store della casa editrice o altro, ma sempre per tutti i partecipanti della squadra vincitrice.

Perchè acquistare Carte in viaggio?

La dimensione “poetica” della carta che viaggia, come fosse una vecchia bottiglia lasciata in balia delle onde con un messaggio di speranza al suo interno, è a mio parere un motivo di curiosità e di sfida a farle fare più km possibili. Osservare giorno per giorno la propria carta che viaggia, in mano a chissà chi, è curioso ed affascinante.

Sul sito ufficiale (o sull’app) si possono seguire tutte le fasi di questa gara e scattare le foto di arrivo, del momento dello scambio della carta, il mezzo usato, insomma fare un vero e proprio reportage della vita delle 5 carte viaggiatrici.

La ricompensa finale poi, è un incentivo a giocare bene, lealmente, cercando di coinvolgere più persone possibile.

Questa idea l’ho pubblicata sul blog per farla conoscere ad eventuali produttori ed investitori. Se qualcuno fosse interessato a produrla mi scriva in privato a gabbrielli.fra@gmail.com

Se qualcuno invece è incline a copiarla e produrla senza darmene la paternità, almeno abbia la decenza di citarmi nei titoli di coda, grazie.

Condividi:

Lascia un commento