Home » The game crafter… il tuo gioco arriva a casa.

The game crafter… il tuo gioco arriva a casa.

Condividi:

“The game crafter” è un portale dove chiunque può realizzare il suo sogno di bambino (o di adulto): inventare un gioco da tavolo, e farselo spedire a domicilio come se fosse un gioco che si trova nei negozi, con tanto di scatola, componenti, tabellone ecc ecc.

Logo del sito

Da qualche tempo mi è preso il vezzo di inventare giochi da tavolo. Non pensate che sia una cosa semplice. Dietro c’è tutto un grande lavoro professionale di test, statistica, giocabilità, fattibilità, studi di mercato ecc ecc. Ci sono interi tomi che spiegano come realizzarne uno, come evitare gli errori più comuni sia concettuali sia grafici, e far collimare tutto e proporre agli editori un prototipo giocabile è veramente un lavorone.

Il PROTOTIPO appunto. Come realizzarlo? In molti adottano soluzioni casalinghe come le auto produzioni, stampe dal tipografo, ma anche cose molto amatoriali su fogli A4 disegnati a mano. Un prototipo deve essere in definitiva giocabile, ma anche l’occhio vuole la sua parte no? Ed è qui che entra in gioco “The game crafter”.

Tanti oggetti da creare e sfruttare.

Il portale lo potete raggiungere su www.thegamecrafter.com ed è ovviamente tutto in inglese. Dopo averci perso qualche minuto per orientarvi, potete andare subito alla lista dei materiali da poter usare. Ci sono moltissimi tipi di carte, dalle mini alle mega, così come i tabelloni in cartonato dove disegnare le proprie mappe. Quindi la componentistica, la minuteria fatta di token, segnalini, gettoni, marker, miniature, soldi (di carta o in metallo), insomma tutto quello che serve per far “girare” una vostra creazione.

Soprattutto tante carte da usare.

Il sistema per creare i mazzi di carte è un po’ laborioso, ma basta un po’ di impegno e si riesce portare a casa quello che si desidera. Ovviamente i disegni delle carte li devi creare tu, loro assemblano e basta. Realizzi fronte, retro e glielo spedisci. Loro fanno il resto.

La cosa interessante (per chi conosce molto bene l’inglese) è che se crei un gioco intrigante e divertente, o puoi mettere in vendita sul loro portale. Il prezzo è dato dai componenti che hai usato più l’utile per singola copia. E’ un’opportunità non da poco. Leggendo le varie classifiche, ci sono giochi “sconosciuti” che vendono centinaia di copie, ad un prezzo abbordabile. Insomma il settore è molto fiorente.

Io ho creato un gioco sul cinema “The executive producer” di cui ho aperto da poco una pagina fb, e mi servivano molti mazzi di carte. Il lavoro è stato lungo ma alla fine qualche risultato semi-professionale l’ho avuto. Dico “semi” perché purtroppo qualche difettuccio c’è.

La scatola del mio prototipo

Il template delle carte non è preciso, nel senso ci sono delle linee tratteggiate entro le quali devi stare per non farti tagliare le immagini in fase di creazione. Io le ho seguite ma la stampa è venuta sbilanciata da una parte, alcune scritte sono proprio attaccate al bordo della carta e insomma non sono contentissimo del risultato.

Qualche carta del mio gioco.

Il tabellone invece sembra comprato in negozio. La stampa è molto ben fatta, così come quella della scatola, anche se si vede un po’ troppo che è un adesivo appiccicato sul cartone, ma il lavoro è buono.

Coperchio della scatola con dettagli.

Costi e tempi:

Aimè i costi sono alti. Alti perché “The game crafter” sta in Wisconsin, quindi la spedizione costa più che il gioco finito. Io per una spesa di circa 50 $ ne ho spesi altrettanti per la spedizione più 16 euro di dogana. I tempi lunghi, quasi un mese.

Diciamo che se vi volete fare un regalo e non avete tanto tempo per creare da soli tutto, potete servirvi anche da loro, sennò il vostro prototipo può prendere vita col fai da te e ne ho visti alcuni fatti benissimo tra parentesi, però devo essere sincero: vedersi arrivare a casa il tuo gioco “finito” col tuo nome sopra, dà una certa soddisfazione.

Per concludere, direi di stare super attenti ai template delle carte, a rimanere ben oltre le righe rosse di demarcazione che vi indicano se non volete vedere le carte sbilanciate nel disegno. Per il resto “The game crafter” fa un servizio che in Italia non c’è (se c’è ditemelo vi prego) e che per chi come me si affaccia nel mondo dei giochi da tavolo come autore, dovrebbe prendere in considerazione perché agli editori piace ricevere un prototipo ben fatto e soprattutto giocabile (ma questo non dipende da “The game crafter”, ma dalla vostra abilità come autori).

Condividi:

2 comments

  1. Marco Tessarotto says:

    Ciao,
    più che un commento cercavo un modo di contattarti a proposito di questo articolo. Volevo porti alcune domande se posso.

    Lo usi ancora thegamecrafter o hai trovato altre alternative?
    Non ho trovato il tuo gioco sul loro sito, è andata a finire male e l’hai tolto? Io ero interessato a “vendere” un mio gioco sul loro sito e volevo capire come questo si pone col fisco italiano (se mai fosse un problema).

    Ti ringrazio anticipatamente per il tempo che potrai dedicarmi.
    Grazie.

    Ciao.

    • gabettipoeta
      gabettipoeta says:

      Ciao Marco, no non l’ho più usato, anche perchè gli altri due giochi che ho creato sono ancora in fase di playtest. Anche questo lo era ma mi volevo fare un “regalo” e allora l’ho fatto fare. Il mio gioco non l’ho messo in vendita perchè alcuni pezzi li ho aggiunti io e quindi è incompleto.
      lo puoi vedere qui https://www.thegamecrafter.com/games/the-executive-producer
      oppure a casa mia a Roma 🙂
      Per il fisco italiano mi pare ci siano solo problemi di iva che è diversa, ma sinceramente non ho mai venduto su un sito dall’estero. Se ce la fai a vendere un gioco lì comunque sei un genio! Che gioco è? Fammi sapere che sono curioso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *