Home » Le trappole dei sogni… e dei provini.

Le trappole dei sogni… e dei provini.

Condividi:

Le trappole sui provini, quante volte se ne sente parlare.
Leggo da qualche parte di un casting per un lungometraggio. Sinceramente non ricordo se era specificata la presenza di compenso o no. In genere non mando niente a chi scrive “no budget”, quindi immagino che qualcosa ci fosse indicato. Oggi mi arriva la seguente mail:

Salve

Se e’ interessato /a alla sola apparizione come figurante o comparsa non parlante (attore – attrice o ballerino /a) potrebbe avere delle informazioni dal link:
http://www.facebook.com/TrappedDreams
e poi leggere le Note:
http://www.facebook.com/notes/trapped-dreams/il-mio-pensiero-le-mie-regole/127443910789857

e inviare una mail di conferma, entro Domenica 23/06, per il giorno preferito del suo provino :
25/06 Martedi 15.00 – 17.00
27/06 Giovedi 15.00 – 17.00
29/06 Sabato 17.00 – 19.00

Se e’ interessato anche a provare come candidato /a ad un ruolo parlante, dovrebbe inviare una Motivazione scritta, dopo aver letto tutto, indicare il giorno del provino e preparare un monologo drammatico di 3 minuti ed una prova di ballo o canto

e inviare una mail di conferma, entro Domenica 23/06, per il giorno preferito del suo provino :
26/06 Mercoledi 15.00 – 17.00
28/06 Venerdi 15.00 – 17.00
29/06 Sabato 10.00 – 17.00

L’indirizzo del provino a Roma, sara’ comunicato, con un messaggio privato.

Dott. Chris G Mak Sevastianos

Subito mi è venuto da ridere a leggere “motivazione scritta” come se per fare un provino di un film sconosciuto di un autore sconosciuto ci fosse bisogno di grandi motivazioni. Manco fossimo ad un colloquio di lavoro per entrare a far parte del CDA della General Motors. Poi mi sono andato a leggere quel link molto autoritario che riporto qui sotto, per farvi fare un’ideina del soggetto. Leggete qualche punto a caso, perdeteci un po’ di tempo, merita.

http://www.facebook.com/notes/trapped-dreams/il-mio-pensiero-le-mie-regole/127443910789857

Già leggendo questo delirio di onnipotenza, che non voglio commentare punto per punto per non sparare sulla croce rossa (ma su richiesta e dietro compenso posso farlo), avevo capito che forse era meglio lasciar perdere, ma vabbè, di questi tempi ogni lasciata è persa e allora rispondo gentilmente alla mail, tenendo presente che le mie foto e il mio cv erano già stati visionati e che quindi mi stavano chiamando loro per un colloquio conoscitivo, quindi ecco la mia risposta:

Salve, la motivazione scritta per sostenere un provino non mi era mai capitata, ma non c’è problema: devo lavorare, semplice. E’ inutile che vi stia a fare la serenata sul vostro progetto. Io lavoro con chiunque mi paghi e chiunque produca un progetto dignitoso e onesto. Se voi rientrate in questi parametri e pensate che possa interpretare un ruolo, sono a disposizione per il provino il 29 giugno in orario pomeridiano preferibilmente.

Fatemi sapere il luogo preciso e l’orario, grazie.

Mi sembra che più chiaro di così si muore. Sintetico, deciso, professionale. Nemmeno due ore dopo ecco la sua risposta:

La ringraziamo del Suo interesse, ma non ci sara’ un provino.
Distinti saluti

Eh!? Stavo per cancellare tutto ma purtroppo il mio carattere non me lo permette e rispondo un po’ innervosito:

Ma voi, fatemi capire… prendete per il culo le persone o vi piace perdere e far perdere tempo alla gente? No, così per capire. Mi avete mandato una mail dove mi dicevate che potevo scegliere il giorno del casting, quindi avevate già fatto una selezione.

Mi avete pure fatto leggere i duemila punti di roba scritta a sproposito con fantomatiche produzioni mondiali di chissa’ chi, con logorroiche spiegazioni su cosa è il cinema su cosa è l’attore e bla bla bla… con provini su skype molto professionali e poi chiedete una “motivazione scritta” per partecipare ad un provino di non si sa bene che cosa, molto probabilmente GRATIS,anzi sicuramente. Quando vi dico che io sono abituato a lavorare con persone oneste e che producono cose dignitose, la vostra risposta è una riga insulsa che mi nega la possibilità del provino. Che senso ha tutto questo?

“Mi dispiace” lo dico io a voi. Non avrete il mio tempo e la mia professionalità. Continuate a lavorare con chi crede di lavorare invece si fa sfruttare o con chi ha il culo parato e vuole solo mostrarsi in tv. Complimenti, vi lamentate contro il “sistema” e poi lo ingrassate con queste operazioni dubbie. Ma tranquilli che il mio blog vi farà una bella pubblicità, anche se viene letto da poche persone ma almeno non gli farò perdere tempo con “motivazioni” e palle varie.

Distinti saluti.

Ammetto che un po’ di astio ce l’ho messo, ma non tanto per il provino mancato, che detto tra noi, avevo già capito più o meno di cosa si trattava e non è nemmeno la storia della volpe e l’uva… insomma quelli che mi fanno perdere tempo mi fanno innervosire, soprattutto se riguarda il lavoro. Soprattutto se uno scrive le sue “regole” con tante belle parole, tante frasi fatte, tante pomposità di film mondiali da oscar, di festival(s) a cui parteciperà e altre panzane varie e poi liquida così un attore che voleva anche vedere. Comunque il tipo mi risponde con tre mail di una riga ciascuna nel giro di tre minuti:

21:10
Senta Signore…senza neanche leggere le Sue esternazioni…Le dico…

Una persona che mi scrive con il tono mezzo ironico una “Motivazione”…e’ fuori da ogni discussione. Non ho tempo da perdere con altre discussioni con Lei!

Fine prima mail.

21:11
Anzi ho letto…il Suo “blog” finanziera’ il nostro Progetto…grazie “Signore”

Fine seconda mail.

21:12
La terremo d’occhio per le Sue esternazioni “superiori”

Fine terza mail.

Oddio mi tengono d’occhio! E ora? Il grande fratello è sopra di me! Addirittura finanzierò il loro progetto, ma come? Ed ecco che mi incuriosisco e faccio delle semplici ricerche in rete con il nome Chris G Mak Sevastianos. E cosa salta fuori? E’ un tipo americano ma non credo di origine statunitense, vive a New York è del 1979 e si chiama Chris Sevastianoff.

http://www.mylife.com/chris_sevastianoff

Non si capisce come mai l’altro nome sarebbe un nome d’arte ma ognuno ha le sue fantasie, lasciamogliele. Più che altro non si capisce cosa voglia dire quella G e quel Mak. Un po’ come la nostra Cinzia TH Torrini. Cosa cavolo significa quella TH? Misteri del cinema.
Poi scopro la superba sinossi del film “Trapped Dreams” Sogni intrappolati! E allora ve la copio qui, non ci metto mano. Giudicate voi.

Sinossi:

Di cosa parla Trapped Dreams?
Trapped Dreams è uno psychodrama movie. La storia inizia negli anni Ottanta e ha come protagoniste Emanuela e Valentina, due amiche cresciute insieme, che decidono di trasferirsi in un’altra città per frequentare l’università.
Le due studentesse conoscono Paolo e Mauro, il primo è bello e affascinante , mentre il secondo è l’ombra dell’amico. Emanuela e Paolo iniziano una relazione travolgente, mentre Mauro si innamora di Valentina che, tuttavia, ha occhi solo per Paolo.
Questi sentimenti nascosti sfociano presto in situazioni che diventano insostenibili.
Paolo, dal temperamento piuttosto libertino, tradisce Emanuela con Valentina.
L’amicizia tra le ragazze è segnata da questo inganno e finisce nel momento in cui entrambe scoprono di aspettare un figlio dallo stesso uomo: Paolo, che nel frattempo è fuggito in America.

Le due amiche si separano per sempre. Valentina, decide di mantenere il segreto sulla paternità della figlia, Monica, e alla fine sposa Mauro.
Anche Emanuela dà alla luce una bambina: Celeste.

Dopo essere rimasta orfana della madre, Celeste, animata da un grande risentimento, cercherà di insinuarsi nella famiglia di Valentina, con lo scopo di distruggerla.

Avvincente eh? Beautiful gli fa una pippa. Secondo me c’è lo zampino di Roger Avary, non c’è verso. L’Oscar credo che se lo meriti per diritto di nascita, senz’altro. E pensate… sarò io a finanziarlo! Anzi saremo in due mi sa… perché facendo un’altra ricerchina ecco che salta fuori questo:

http://www.produzionidalbasso.com/pdb_2350.html

Ma sono le vecchie “produzioni dal basso”! Per chi non le conoscesse sono collette virtuali, per realizzare progetti di chi non dispone di mezzi propri, e quindi entrare anche attivamente nella produzione del progetto con relativi diritti e tutto il resto. Chiede 20.000 euro, un po’ pochini devo dire per un lungometraggio, ma se lo gira a casa sua con i suoi amici e con la video8 Sony Handycam del 1992, magari ce la fa. Ma vediamo le quote sottoscritte: 1 (una) Non c’è male come inizio. Che dite gliela diamo una mano a Chris?

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione

Condividi:

112 comments

  1. Fg says:

    Aggiungo che un’amica mia su Fb mi ha appena detto che il suddetto regista le ha chiesto un provino via Skype. Ora chiunque di voi faccia l’attore/attrice, ha mai fatto un provino serio via skype? Io su Skype ci saluto i parenti, gli amici e ogni tanto ci ho fatto qualche giochino piccante o presunto tale. Provini mai, e menomale.

  2. Fg says:

    Aggiungo che un’amica mia su Fb mi ha appena detto che il suddetto regista le ha chiesto un provino via Skype. Ora chiunque di voi faccia l’attore/attrice, ha mai fatto un provino serio via skype? Io su Skype ci saluto i parenti, gli amici e ogni tanto ci ho fatto qualche giochino piccante o presunto tale. Provini mai, e menomale.

  3. giacomo di simone says:

    buongiorno….ho letto con piacere tutto l’articolo e devo dire che.ha.trovato poco materiale…. per quanto riguarda mylife non è lui. Io sono stato appresso a lui da gennaio a fine marzo e sono stato illuso come tanti altri,ma avevo capito un pò la cosa.come stava andando ma all’epoca ancora non chiedeva soldi perché doveva “studiarci”… nel frattempo lui non voleva che si comunicasse tra noi attori ma io avvisavo di nascosto gli altri di stare attenti perché era un furfante, tanto che una ragazza inoltrò il mio sms privato su fb a lui e Chris mi cacciò fuori. Non mi diedi per vinto e iniziai ad indagare e scoprì diverse cose……morale della favola??? è un truffatore che chiederà soldi per finanziare il film e caccerà via con nuovi personaggi da assumere……farà sempre così e camperà di rendita…..

  4. giacomo di simone says:

    buongiorno….ho letto con piacere tutto l’articolo e devo dire che.ha.trovato poco materiale…. per quanto riguarda mylife non è lui. Io sono stato appresso a lui da gennaio a fine marzo e sono stato illuso come tanti altri,ma avevo capito un pò la cosa.come stava andando ma all’epoca ancora non chiedeva soldi perché doveva “studiarci”… nel frattempo lui non voleva che si comunicasse tra noi attori ma io avvisavo di nascosto gli altri di stare attenti perché era un furfante, tanto che una ragazza inoltrò il mio sms privato su fb a lui e Chris mi cacciò fuori. Non mi diedi per vinto e iniziai ad indagare e scoprì diverse cose……morale della favola??? è un truffatore che chiederà soldi per finanziare il film e caccerà via con nuovi personaggi da assumere……farà sempre così e camperà di rendita…..

  5. giacomo di simone says:

    ah…..un’ultima cosa…..il film non si farà mai secondo me….e indagando ho scoperto nome,cognome nonché il num della sua postepay.dove chiedeva ad alcuni il versamento di euro 20 per sostenere il casting…

  6. giacomo di simone says:

    ah…..un’ultima cosa…..il film non si farà mai secondo me….e indagando ho scoperto nome,cognome nonché il num della sua postepay.dove chiedeva ad alcuni il versamento di euro 20 per sostenere il casting…

  7. giacomo says:

    un’altra cosa….. ricordatevi che il casting dev’essere l’ultima cosa che un produttore/regista deve fare per associare la persona al personaggio da interpretare, deve avere già tutto pronto: Location,autorizzazioni, scenografia, ecc…ecc… sopratutto il budget per poter affrontare tutto…. lui di pronto aveva solo l’annuncio su internet per fare il casting….. purtroppo non si può procedere per truffa perchè è così furbo che sta facendo tutto senza intaccare le leggi penali, ci vorrebbe STRISCIA LA NOTIZIA

  8. giacomo says:

    un’altra cosa….. ricordatevi che il casting dev’essere l’ultima cosa che un produttore/regista deve fare per associare la persona al personaggio da interpretare, deve avere già tutto pronto: Location,autorizzazioni, scenografia, ecc…ecc… sopratutto il budget per poter affrontare tutto…. lui di pronto aveva solo l’annuncio su internet per fare il casting….. purtroppo non si può procedere per truffa perchè è così furbo che sta facendo tutto senza intaccare le leggi penali, ci vorrebbe STRISCIA LA NOTIZIA

  9. valepponi says:

    Questo cane senza battezzo l’ho mandato a fare in culo alla prima mail.
    A’ Chri ‘sse te incula ,sei un poraccio.

    Ottimo lavoro Francesco,
    in bocca al lupo.

  10. valepponi says:

    Questo cane senza battezzo l’ho mandato a fare in culo alla prima mail.
    A’ Chri ‘sse te incula ,sei un poraccio.

    Ottimo lavoro Francesco,
    in bocca al lupo.

  11. giada says:

    Cari Amici io sono una Ex attrice del film , diciamo che ho mollato da poco perchè volevo vedere fino a che punto arrivavano le sue richieste e obblighi imposti nelle regole che ha messo sul suo blog e sulla pagina fb ufficiale trapped dreams , ora posso dire di essere uscita da un incubo durato 5 mesi nei quali dovevi sempre controllare la pagina per gli avvisi ecc ecc per gli attori e poi molte volte c’ erano diversi cambiamenti di ruolo , cose che i veri produttori che si affidano ai casting director non fanno . io non me ne intendo tanto perchè mi sto avvicinando a questo mondo che mi piace e mi da vita, energia . Ma essere prese in giro così non è giusto e sono certa che anche se farà il film non so a che festival potrà partecipare … sinceramente ho l’impressione che sarà un film flop!

    • Fg says:

      ciao Giada, grazie per la tua segnalazione. Gente così non merita il tempo perso, ma fortunatamente ormai io ho le antennine per questo genere di cose e me ne sono tenuto alla larga. Ma almeno un contratto l’avevi firmato? Hai girato delle pose? Assicurazione? Tutto a nero? Dicci che siamo curiosi.

  12. giada says:

    Cari Amici io sono una Ex attrice del film , diciamo che ho mollato da poco perchè volevo vedere fino a che punto arrivavano le sue richieste e obblighi imposti nelle regole che ha messo sul suo blog e sulla pagina fb ufficiale trapped dreams , ora posso dire di essere uscita da un incubo durato 5 mesi nei quali dovevi sempre controllare la pagina per gli avvisi ecc ecc per gli attori e poi molte volte c’ erano diversi cambiamenti di ruolo , cose che i veri produttori che si affidano ai casting director non fanno . io non me ne intendo tanto perchè mi sto avvicinando a questo mondo che mi piace e mi da vita, energia . Ma essere prese in giro così non è giusto e sono certa che anche se farà il film non so a che festival potrà partecipare … sinceramente ho l’impressione che sarà un film flop!

    • Fg says:

      ciao Giada, grazie per la tua segnalazione. Gente così non merita il tempo perso, ma fortunatamente ormai io ho le antennine per questo genere di cose e me ne sono tenuto alla larga. Ma almeno un contratto l’avevi firmato? Hai girato delle pose? Assicurazione? Tutto a nero? Dicci che siamo curiosi.

  13. Giovanni says:

    Ciao a tutti. Sono stato in ballo da fine novembre scorso fino ai prim di agosto.
    All’inizio parlando con amici dicevo: ” progetto bellissimo. Troppo bello per essere vero”
    Sono andato a Bologna per il provino preparandomi scrupolosamente (non sono un professionista ma mi piace recitare e sia pure per “gioco” quando mi presento ad un provino voglio fare bella figura). Al provino mi sembrò un tipo particolare ma chi non lo è agli occhi degli altri. Dopo due giorni dal provino mi scrisse che ero stato preso per fare una parte abbastanza importante. Passano i giorni le settimane ma non si vece nulla di concreto. Nel frattempo non faccio altri casting e rifiuto una parte in teatro ….. mia grande passione. Intanto viene furi il crown funding e mi inserisce nel gruppo di gestione, ci metto del mio e se cercate questi siti la presentazione che potete leggere è scritta da me anche se non sono convinto che si possano tirare su chissà quali soldi. Spuntano anche le web tv. Invita gli attori a occuparsi di mille cose. Io sono andato in due ospedali per visionare e proporre la collaborazione. La scelta ricade su no dei due inizialmente, poi sembra a Napoli … poi anzi no …. forse …. In pratica nei due ospedali hanno visto la mia faccia …… speriamo non se la ricordino e che io non abbia bisogno di queste strutture di eccellenza in Lombardia.
    In tutto questo di inizio delle riprese e di copioni neppure l’ombra.
    Primi di luglio. Invia da FB moduli di contratto e di liberatoria. Il contratto è piuttosto confuso, e mancano dati importanti. Chiedo prima di firmare il copione e da leggere per verificare che non ci siano situazioni che non accetterei dandogli anche delle scadenze, visto che i suoi inviti erano sempre perentori ho agito con lo stesso metro. Nessuna risposta!
    Ovviamente ho molti altri aneddoti ma scrivere tutto diventa lungo.
    In sostanza non credo sia una truffa, sicuramente è un progetto difficilmente realizzabile come pretenderebbe il dottor Sevastianos (pare un nome d’arte). Ma dalle ultime cose che ho visto sempre su FB le riprese dovrebbero essere iniziate il 25 agosto o al più tardi il 2 settembre.
    Se mai uscirà di sicuro lo andrò a vedere! Se permettete un po’ di curiosità ce l’ho.
    Il mio rammarico è di aver buttato via 8 mesi perdendo alcune possibilità attoriali.

  14. Giovanni says:

    Ciao a tutti. Sono stato in ballo da fine novembre scorso fino ai prim di agosto.
    All’inizio parlando con amici dicevo: ” progetto bellissimo. Troppo bello per essere vero”
    Sono andato a Bologna per il provino preparandomi scrupolosamente (non sono un professionista ma mi piace recitare e sia pure per “gioco” quando mi presento ad un provino voglio fare bella figura). Al provino mi sembrò un tipo particolare ma chi non lo è agli occhi degli altri. Dopo due giorni dal provino mi scrisse che ero stato preso per fare una parte abbastanza importante. Passano i giorni le settimane ma non si vece nulla di concreto. Nel frattempo non faccio altri casting e rifiuto una parte in teatro ….. mia grande passione. Intanto viene furi il crown funding e mi inserisce nel gruppo di gestione, ci metto del mio e se cercate questi siti la presentazione che potete leggere è scritta da me anche se non sono convinto che si possano tirare su chissà quali soldi. Spuntano anche le web tv. Invita gli attori a occuparsi di mille cose. Io sono andato in due ospedali per visionare e proporre la collaborazione. La scelta ricade su no dei due inizialmente, poi sembra a Napoli … poi anzi no …. forse …. In pratica nei due ospedali hanno visto la mia faccia …… speriamo non se la ricordino e che io non abbia bisogno di queste strutture di eccellenza in Lombardia.
    In tutto questo di inizio delle riprese e di copioni neppure l’ombra.
    Primi di luglio. Invia da FB moduli di contratto e di liberatoria. Il contratto è piuttosto confuso, e mancano dati importanti. Chiedo prima di firmare il copione e da leggere per verificare che non ci siano situazioni che non accetterei dandogli anche delle scadenze, visto che i suoi inviti erano sempre perentori ho agito con lo stesso metro. Nessuna risposta!
    Ovviamente ho molti altri aneddoti ma scrivere tutto diventa lungo.
    In sostanza non credo sia una truffa, sicuramente è un progetto difficilmente realizzabile come pretenderebbe il dottor Sevastianos (pare un nome d’arte). Ma dalle ultime cose che ho visto sempre su FB le riprese dovrebbero essere iniziate il 25 agosto o al più tardi il 2 settembre.
    Se mai uscirà di sicuro lo andrò a vedere! Se permettete un po’ di curiosità ce l’ho.
    Il mio rammarico è di aver buttato via 8 mesi perdendo alcune possibilità attoriali.

  15. Leda says:

    Ciao a tutti!
    anch’io come alcuni sono finita in questa storia assurda.
    ho fatto il provino a febbraio e sono rimasta nel “progtetto” fino a inizio maggio. Mi è sempre sembrato un tizio egocentrico e a cui piace spararle grosse (parlava di migliaia di persone interessate a partecipare al suo film tra cui scegliere i migliori). però, come diceva anche Giacomo, all’inizio non chiedeva soldi e nemmeno esternava i suoi deliri con tale frequenza. io avevo il mio lavoro e molti impegni per cui mi dicevo “alla peggio è una fregatura, ma non ho nulla da perdere a restare qui”.
    poi ho letto alcuni post indirizzati ad altri o con sfuriate di vario genere su presunte cospirazioni contro di lui. lui poi non perdeva occasione per ribadire quanto fosse più intelligente e più furbo di tutti gli altri. Ma queste “cospirazioni” (da chi gli faceva perdre tempo non rispettando le regole, a chi sparlava di lui, a chi gli rubava il portatile, a chi non faceva il lavoro come lui lo richiedeva,..) diventavano sempre più scuse solo per giustificare presunti ritardi nell’inizio delle riprese.
    io mi sono ritrovata, quasi all’inizio, a dare una mano per alcune richieste (fatte gentilmente, devo ammettere) per alcune mansioncine di segretariato. non mi costava nulla e l’ho fatto anche volentieri, all’inizio. Ma, appunto, già verso la fine di marzo questo è partito nel suo delirio, richiedeva sempre di più, cose assurde, trattava male parecchia gente, anche pubblicamente (devo ammettere, con me è stato maleducato in una sola occasione… 1 di troppo, però!). Ma queste cose non le tollero. il film ormai mi sembrava evidente fosse solo una copertura. a fine aprile mi sono tirata fuori, lui ha pure insistito perché restassi (e qui ho capito quanto fosse messo male). alla fine ho fatto tutto il contrario di quello che richiedeva di fare (del tipo: “chi non pubblica la locandina del film sul profilo entro stasera alle 20 è escluso dal film”) e ce l’ho fatto: dopo una decina di richieste non rispettate mi ha tolta dal “film”.
    non so, credo che sia una persona molto superficiale che crede di conoscere la società e le persone e pensa di sapere come prenderle, come far fare loro ciò che vuole promettendo chissà che. penso sia convinto di essere davvero intelligente e furbo, ma inciampa nei suoi stessi passi. certo riesce a fregare un bel po’ di persone (e continua a farlo, perché di volta in volta lui manda delle persone -esasperate per lo più- dicendo che non erano all’altezza del suo progetto e ne prende altre con cui ci riprova. ho pensato anch’io che cercasse solo di farsi pagare e guadagnarci con questo progetto fittizio (perché sono convinta che sia fittizio), ma credo anche che l’avrebbe fatto un po’ meglio, se lo scopo era quello. sono sempre più convinta invece che si tratti solo di uno dei tantissimi mezzi folli in preda a delirio di onnipotenza che girano liberi per il mondo. 😉
    io sono ben felice di essermi liberata da questa cosa che, anche se durata solo poco più di 3 mesi, è stata estenuante.
    a tutti voi un ottimo pomeriggio!
    Leda

  16. Leda says:

    Ciao a tutti!
    anch’io come alcuni sono finita in questa storia assurda.
    ho fatto il provino a febbraio e sono rimasta nel “progtetto” fino a inizio maggio. Mi è sempre sembrato un tizio egocentrico e a cui piace spararle grosse (parlava di migliaia di persone interessate a partecipare al suo film tra cui scegliere i migliori). però, come diceva anche Giacomo, all’inizio non chiedeva soldi e nemmeno esternava i suoi deliri con tale frequenza. io avevo il mio lavoro e molti impegni per cui mi dicevo “alla peggio è una fregatura, ma non ho nulla da perdere a restare qui”.
    poi ho letto alcuni post indirizzati ad altri o con sfuriate di vario genere su presunte cospirazioni contro di lui. lui poi non perdeva occasione per ribadire quanto fosse più intelligente e più furbo di tutti gli altri. Ma queste “cospirazioni” (da chi gli faceva perdre tempo non rispettando le regole, a chi sparlava di lui, a chi gli rubava il portatile, a chi non faceva il lavoro come lui lo richiedeva,..) diventavano sempre più scuse solo per giustificare presunti ritardi nell’inizio delle riprese.
    io mi sono ritrovata, quasi all’inizio, a dare una mano per alcune richieste (fatte gentilmente, devo ammettere) per alcune mansioncine di segretariato. non mi costava nulla e l’ho fatto anche volentieri, all’inizio. Ma, appunto, già verso la fine di marzo questo è partito nel suo delirio, richiedeva sempre di più, cose assurde, trattava male parecchia gente, anche pubblicamente (devo ammettere, con me è stato maleducato in una sola occasione… 1 di troppo, però!). Ma queste cose non le tollero. il film ormai mi sembrava evidente fosse solo una copertura. a fine aprile mi sono tirata fuori, lui ha pure insistito perché restassi (e qui ho capito quanto fosse messo male). alla fine ho fatto tutto il contrario di quello che richiedeva di fare (del tipo: “chi non pubblica la locandina del film sul profilo entro stasera alle 20 è escluso dal film”) e ce l’ho fatto: dopo una decina di richieste non rispettate mi ha tolta dal “film”.
    non so, credo che sia una persona molto superficiale che crede di conoscere la società e le persone e pensa di sapere come prenderle, come far fare loro ciò che vuole promettendo chissà che. penso sia convinto di essere davvero intelligente e furbo, ma inciampa nei suoi stessi passi. certo riesce a fregare un bel po’ di persone (e continua a farlo, perché di volta in volta lui manda delle persone -esasperate per lo più- dicendo che non erano all’altezza del suo progetto e ne prende altre con cui ci riprova. ho pensato anch’io che cercasse solo di farsi pagare e guadagnarci con questo progetto fittizio (perché sono convinta che sia fittizio), ma credo anche che l’avrebbe fatto un po’ meglio, se lo scopo era quello. sono sempre più convinta invece che si tratti solo di uno dei tantissimi mezzi folli in preda a delirio di onnipotenza che girano liberi per il mondo. 😉
    io sono ben felice di essermi liberata da questa cosa che, anche se durata solo poco più di 3 mesi, è stata estenuante.
    a tutti voi un ottimo pomeriggio!
    Leda

  17. AA says:

    Ciao a tutti,
    da una parte mi fa piacere leggere questo articolo e le vostre testimonianze, dall’altra mi casca un po’ l’entusiasmo. Anche io sono entrata in contatto con questo progetto, rispondendo all’annuncio che ho trovato in rete e mi suona strano visto che siamo a Settembre, che ancora non hanno girato nulla dopo mesi e mesi di preparazione. Cioè non è un film d’azione, è na soapopera! Io mi sono candidata come cast tecnico, appena ho ricevuto il nome del regista ho fatto delle ricerche e in rete di materiale su webtv e sul regista non si trova nulla se non questo blog. Io proseguo con la corrispondenza, voglio vedere che richiede, anche perchè non sono in contatto con lui ma con un suo collaboratore che lo chiama Signor.
    Con grande delusione lascerò questa corrispondenza, prima ancora di saperne di più, non gode di buona reputazione viste le numerose testimonianze raccolte su questo blog. Peccato perchè mi piace lavorare nell’indipendente, e sono attualmente disoccupata quindi poteva essere un’occasione per conoscere gente nuova ma tanto non pagano e io ho un sacco di lavoro personale da portare avanti!

    Auguro a tutti in bocca al lupo, memorizzo nei preferiti questo blog e ringrazio tanto Francesco per aver scritto l’articolo.

    A presto

  18. AA says:

    Ciao a tutti,
    da una parte mi fa piacere leggere questo articolo e le vostre testimonianze, dall’altra mi casca un po’ l’entusiasmo. Anche io sono entrata in contatto con questo progetto, rispondendo all’annuncio che ho trovato in rete e mi suona strano visto che siamo a Settembre, che ancora non hanno girato nulla dopo mesi e mesi di preparazione. Cioè non è un film d’azione, è na soapopera! Io mi sono candidata come cast tecnico, appena ho ricevuto il nome del regista ho fatto delle ricerche e in rete di materiale su webtv e sul regista non si trova nulla se non questo blog. Io proseguo con la corrispondenza, voglio vedere che richiede, anche perchè non sono in contatto con lui ma con un suo collaboratore che lo chiama Signor.
    Con grande delusione lascerò questa corrispondenza, prima ancora di saperne di più, non gode di buona reputazione viste le numerose testimonianze raccolte su questo blog. Peccato perchè mi piace lavorare nell’indipendente, e sono attualmente disoccupata quindi poteva essere un’occasione per conoscere gente nuova ma tanto non pagano e io ho un sacco di lavoro personale da portare avanti!

    Auguro a tutti in bocca al lupo, memorizzo nei preferiti questo blog e ringrazio tanto Francesco per aver scritto l’articolo.

    A presto

  19. pupetta says:

    Salve a tutti…beh questa cosa puzzava di bruciato fin dall’inizio ma quello che piu’ mi ha dato fastidio è che ha coinvolto anche tanti minori tra cui mia figlia che, essendo una ballerina agonista, ha fatto questo casting con l’entusiasmo e la spensieratezza della sua età (13 anni) insieme alla sua amica del cuore…confermate tutte e due!!! Non vi dico la felicita’ iniziale per un esperienza nuova, tantopiu’ che le riprese si dovevano,sempre inizialmente,svolgere nella nostra citta’!!! Un delirio tener dietro alle comunicazioni varie del “grande regista”!!! Ad un certo punto escluse entrambe per non essere state abbastanza partecipi al delirio di un illustre sconosciuto!!! Mah, per quanto mi riguarda abbiamo spiegato alle nostre figlie che anche questa e’esperienza che insegnera’ a distinguere i cialtroni dalle persone serie!!!

    • Fg says:

      Guarda, leggi i commenti e credo ti farai un’ideina 😉 Se vuoi provare lo stesso a fare la comparsa vacci ma se non sei di Milano che ci vai a fare per guadagnare 80 euro? Nel caso peggiore ti sfrutterà come ha fatto con gli altri per la promozione di questo “film” che va avanti da un anno e mi sa che non vedra’ mai il buio delle sale cinematografiche.. Dammi retta, stai a casa 😉

  20. pupetta says:

    Salve a tutti…beh questa cosa puzzava di bruciato fin dall’inizio ma quello che piu’ mi ha dato fastidio è che ha coinvolto anche tanti minori tra cui mia figlia che, essendo una ballerina agonista, ha fatto questo casting con l’entusiasmo e la spensieratezza della sua età (13 anni) insieme alla sua amica del cuore…confermate tutte e due!!! Non vi dico la felicita’ iniziale per un esperienza nuova, tantopiu’ che le riprese si dovevano,sempre inizialmente,svolgere nella nostra citta’!!! Un delirio tener dietro alle comunicazioni varie del “grande regista”!!! Ad un certo punto escluse entrambe per non essere state abbastanza partecipi al delirio di un illustre sconosciuto!!! Mah, per quanto mi riguarda abbiamo spiegato alle nostre figlie che anche questa e’esperienza che insegnera’ a distinguere i cialtroni dalle persone serie!!!

  21. giovanni says:

    Per la cronaca le riprese sono iniziate. Su FB ci sono delle foto. Non so quanti giorni di ipresa sono stati fatti e non discuto sulla congruità personaggio/epoca del copione. Il tutto era accompagnato da alcune righe di accompagnamento dove, persone come me, sono state definite topi perchè abbiamo abbondonato la nave perchè ritenavamo che il progetto non andasse a buon fine.
    Spero che il signor Sevastianos legga queste righe e se vuole può anche contattarmi visto che ha tutti i miei racapiti mentre io di lui non so nulla se non che mi ha fatto buttare via tanto tempo.
    Se non disturbo, Francesco il blogger, quando saprò qualcosa vi terrò aggionati

  22. giovanni says:

    Per la cronaca le riprese sono iniziate. Su FB ci sono delle foto. Non so quanti giorni di ipresa sono stati fatti e non discuto sulla congruità personaggio/epoca del copione. Il tutto era accompagnato da alcune righe di accompagnamento dove, persone come me, sono state definite topi perchè abbiamo abbondonato la nave perchè ritenavamo che il progetto non andasse a buon fine.
    Spero che il signor Sevastianos legga queste righe e se vuole può anche contattarmi visto che ha tutti i miei racapiti mentre io di lui non so nulla se non che mi ha fatto buttare via tanto tempo.
    Se non disturbo, Francesco il blogger, quando saprò qualcosa vi terrò aggionati

  23. speranzoso says:

    io ci sono entrato e ancora non so come andrà ma voglio credere non sia una bufala perchè se no sarò il primo a chiamare iene striscia e quant’altro…soldi nn nehanno voluti per ora e da me nn ne avranno di certo al massimo dovrebbe essere il contrario!!si parla di spostamenti in giro italia e va bene ma nn per essere shcizzinoso ma io nn amo dormire da estranei ne ospitarli a casa mia con tutto quel che sento….la liberatoria chi l’ha firmata è valida per qualche ritorsione futura o posso dormire tranquillo?

  24. speranzoso says:

    io ci sono entrato e ancora non so come andrà ma voglio credere non sia una bufala perchè se no sarò il primo a chiamare iene striscia e quant’altro…soldi nn nehanno voluti per ora e da me nn ne avranno di certo al massimo dovrebbe essere il contrario!!si parla di spostamenti in giro italia e va bene ma nn per essere shcizzinoso ma io nn amo dormire da estranei ne ospitarli a casa mia con tutto quel che sento….la liberatoria chi l’ha firmata è valida per qualche ritorsione futura o posso dormire tranquillo?

  25. Gabri says:

    Salve a tutti
    anche io ero entrata a far parte del film. Inizialmente feci, più o meno a febbraio, un provino per una ”web tv”, lui però (sempre su skype) mi parlò del film, io gli dissi che recitavo e lui mi disse che mi avrebbe preso (senza nemmeno provinarmi come attrice). passano le settimane e lui fa il casting su facebook, mettendo le foto degli attori con i relativi ruoli, una volta ero ”flavia” un’ altra volta chissà chi.
    Poi comincia a dire che il film è solo l’ inizio del suo progetto di cambiare il mondo: darà vita a delle web tv internazionali con sedi a parigi, new york e chissà dove, e soltanto le persone leali del suo (cito) ”zoccolo duro” lo seguiranno per ogni dove.
    Così le mie fantasie su scene drammatiche in cui mi sarei dovuta immedesimare a pennello vengono rimpiazzate dal continuo invio di e-mail pubblicitarie con tanto di prospetto informativo verso un numero indefinito di gioiellerie italiane ( era questo il mio settore).
    Intanto c’era la sua spada di Damocle che pendeva ad ogni ora sulla tua testa, con la minaccia di uscire dl progetto se non facevi pubblicità al film, alle web tv o se non inviavi quelle e-mail di maketing.
    Le riprese, se non mi sbaglio, dovevano cominciare a Maggio, ma il greco signor Makridis aveva sempre tanti problemi perchè, come diceva lui, poche in Italia erano le persone oneste, molti cospiravano contro di lui e di conseguenza pochi avrebbero fatto parte del suo zoccolo o nocciolo duro, che dir si voglia.
    Fatto sta che a metà maggio io entro nella fatidica sessione d’esami universitari, lui diventa sempre più criptico e autoritario, apre un sito su cui ”donare” i soldi alla causa Trapped Dreams, e lentamente io smetto di eguire i suoi ordini….pian piano esco dal suo progetto e lui non se ne accorge nemmeno, semplicemente mi cancella da Facebbok.
    Ora io non voglio dire che questa è una truffa, ma penso sinceramente che il signor Makridis abbia delle serie patologie psichiche da farsi curare, a partire dal delirio di onnipotenza, l’ egocentrismo e la megalomania che spero non abbiano ereditato le sue povere figliole.
    Insomma il fatidico progetto che mi aveva fatto tanto sognare si è rivelato una grandissima delusione, seconda solo a quando sono stata contattata da un’ agenzia di ”video per adulti” che mi ha ricordato che se non mi spoglio e se non scendo a compromessi, non andrò da nessuna parte…. Purtroppo e per fortuna, però, quando hai una passione tutto questo amaro lo ingoi e continui ad amare questo sogno.

    • Fg says:

      Questo losco figuro ci meraviglia ogni giorno di piu’ 😀 Sarei curioso di sapere il nome di questa società per video porno che ti ha contattata, magari ci facciamo altre quattro risate… I compromessi ci sono e io non mi permetto di giudicare, sono scelte di vita. In certi casi fanno da trampolino di lancio ma spesso sono fregature, ci vuole cervello anche nei compromessi 😉

      • Gabri says:

        no ma infatti nemmeno io voglio giudicare nessuno, per me se nn fai male a nessuno sei libero di fare quello che vuoi, l’ unico problema è che si dovrebbe lasciare spazio anche a quelle persone che ste cose non le vogliono fare.
        Cmq l’ agenzia non ricordo come si chiama, ma il tipo che mi contattò (e che tra l’ altro mi offrì anche di ”divertirci al di fuori dell’ orario di lavoro”) su Facebook si chiama Tristan Crow (ovviamente suppongo sia un nome più che fittizio)

  26. Gabri says:

    Salve a tutti
    anche io ero entrata a far parte del film. Inizialmente feci, più o meno a febbraio, un provino per una ”web tv”, lui però (sempre su skype) mi parlò del film, io gli dissi che recitavo e lui mi disse che mi avrebbe preso (senza nemmeno provinarmi come attrice). passano le settimane e lui fa il casting su facebook, mettendo le foto degli attori con i relativi ruoli, una volta ero ”flavia” un’ altra volta chissà chi.
    Poi comincia a dire che il film è solo l’ inizio del suo progetto di cambiare il mondo: darà vita a delle web tv internazionali con sedi a parigi, new york e chissà dove, e soltanto le persone leali del suo (cito) ”zoccolo duro” lo seguiranno per ogni dove.
    Così le mie fantasie su scene drammatiche in cui mi sarei dovuta immedesimare a pennello vengono rimpiazzate dal continuo invio di e-mail pubblicitarie con tanto di prospetto informativo verso un numero indefinito di gioiellerie italiane ( era questo il mio settore).
    Intanto c’era la sua spada di Damocle che pendeva ad ogni ora sulla tua testa, con la minaccia di uscire dl progetto se non facevi pubblicità al film, alle web tv o se non inviavi quelle e-mail di maketing.
    Le riprese, se non mi sbaglio, dovevano cominciare a Maggio, ma il greco signor Makridis aveva sempre tanti problemi perchè, come diceva lui, poche in Italia erano le persone oneste, molti cospiravano contro di lui e di conseguenza pochi avrebbero fatto parte del suo zoccolo o nocciolo duro, che dir si voglia.
    Fatto sta che a metà maggio io entro nella fatidica sessione d’esami universitari, lui diventa sempre più criptico e autoritario, apre un sito su cui ”donare” i soldi alla causa Trapped Dreams, e lentamente io smetto di eguire i suoi ordini….pian piano esco dal suo progetto e lui non se ne accorge nemmeno, semplicemente mi cancella da Facebbok.
    Ora io non voglio dire che questa è una truffa, ma penso sinceramente che il signor Makridis abbia delle serie patologie psichiche da farsi curare, a partire dal delirio di onnipotenza, l’ egocentrismo e la megalomania che spero non abbiano ereditato le sue povere figliole.
    Insomma il fatidico progetto che mi aveva fatto tanto sognare si è rivelato una grandissima delusione, seconda solo a quando sono stata contattata da un’ agenzia di ”video per adulti” che mi ha ricordato che se non mi spoglio e se non scendo a compromessi, non andrò da nessuna parte…. Purtroppo e per fortuna, però, quando hai una passione tutto questo amaro lo ingoi e continui ad amare questo sogno.

    • Fg says:

      Questo losco figuro ci meraviglia ogni giorno di piu’ 😀 Sarei curioso di sapere il nome di questa società per video porno che ti ha contattata, magari ci facciamo altre quattro risate… I compromessi ci sono e io non mi permetto di giudicare, sono scelte di vita. In certi casi fanno da trampolino di lancio ma spesso sono fregature, ci vuole cervello anche nei compromessi 😉

      • Gabri says:

        no ma infatti nemmeno io voglio giudicare nessuno, per me se nn fai male a nessuno sei libero di fare quello che vuoi, l’ unico problema è che si dovrebbe lasciare spazio anche a quelle persone che ste cose non le vogliono fare.
        Cmq l’ agenzia non ricordo come si chiama, ma il tipo che mi contattò (e che tra l’ altro mi offrì anche di ”divertirci al di fuori dell’ orario di lavoro”) su Facebook si chiama Tristan Crow (ovviamente suppongo sia un nome più che fittizio)

  27. margot says:

    Leggo e sottoscrivo… stessa esperienza della maggior parte di voi purtroppo. Provini a Bologna a fine gennaio, presa per un ruolo minore che poi si trasforma in uno dei ruoli principali.. contentissima, no? Prima esperienza in un lungometraggio, dopo anni di scuola di recitazione..cosa potevo chiedere di più? tuttavia c’era qualcosa che non mi tornava… fosse il sesto senso? qualcosa non era chiaro. A parte le paturnie megalomani del signor Chris e i suoi fantomatici punti (manco fosse la bibbia..), ma anche la mancanza di informazioni sul regista stesso… non esiste un curriculum vitae di questa persona! Eppure non sosteneva di essere stato presidente di festival internazionali??? manco il suo presunto nome anagrafico (makridis) porta a nulla.. Ma va beh, faccio finta di nulla. Mi sono detta “crediamoci”.
    Dopo qualche mese di silenzio iniziano le richieste di collaborazione per trovare fondi. Mi metto a disposizione perchè mi sembrava un bel progetto. Nel frattempo contatto il signor Chris che ogni settimana era in giro per l’italia e che nei suoi presunti giri una volta mi chiede pure ospitalità (ma io vivo con i miei per cui ho sviato la cosa inventandomi una balla, dal momento che non mi sembrava il caso di portare a casa dei miei genitori un 40enne sconosciuto che si spacciava per regista, vi pare?). Va beh. Ad aprile vado a fare un workshop di recitazione a Roma e per l’appunto lui in quel periodo si trovava nella Capitale. Lo chiamo più volte durante la settimana e prima fissiamo per vederci a fine settimana, poi quando lo richiamo mi informa che era dovuto andare improvvisamente nel nord perchè a Roma non gli davano dei permessi per cui si doveva informare per trovare un’altra città. ???
    Va beh.. torno nella mia città e mi viene affidato il compito di contattare le aziende per cercare fondi. Settore cucine… per altro manco si capiva che tipo di fondi andavano chiesti, quanto e a quali condizioni…
    A prescindere dal fatto che se faccio un provino per fare l’attrice, in teoria dovrei essere assegnata ad un personaggio preciso, non essere cambiata 20 volte di ruolo, ma a prescindere…se faccio un provino come attrice non vuol dire che debba mettermi a cercare sponsor e chiedere soldi ad aziende, no?per lo più aggiungerei, senza neanche avere alcuna sicurezza sul film e sul pregetto!!! Poi c’è stata la richiesta di cercare le location. Dopo gli sponsor, ora voleva che ci informassimo per avere ville e ospedali e scuole e uffici, tutti gratis! manco a dire a buon prezzo, solo gratis!! perchè secondo lui “gli facevamo un favore” a girare il film li! ahahahah, ma come faccio a chiedere un favore a persone se non posso dargli neanche la garanzia di un curriculum???? o di chi sei? o di cosa fai??

    E va beh, troppe ce ne sono… morale della favola? a luglio gli mando un’email in cui gli esternavo i miei dubbi su tutta la vicenda, facendo riferimento al mio scetticismo in generale sulle cose dovuto a fregature che avevo già preso in precedenza e mettendo le carte in tavola.. il tutto forse per avere una sconferma del sospetto che fosse una bufala, oppure per giustificare la mia scarsa partecipazione nell’ultime settimane.. (avevo perso la motivazione, dal momento che erano 6 mesi che leggevo ogni giorno i post deliranti, mandavo email senza – giustamente- avere risposta dalle aziende, chiamavo persone e conoscenti per trovare locations per il film e nel frattempo cambiava la città, il ruolo e le date di inizio delle riprese… ah, e il copione non si è mai visto ma ho scoperto da una che aveva il settore con me che faceva l’insegnante, che le aveva pure chiesto di scriverlo assieme ad altre insegnanti…..quindi manco il copione pronto aveva!!!!). Per tutta risposta lui dopo qualche giorno mi chiede soldi per un’emergenza (sembrava più un test che altro ma ovviamente il rischio bufala c’era) che io non gli do e mi butta fuori dal film nascondendosi dietro a motivazioni ridicole, centrate sulla mia scarsa fiducia nei confronti del progetto, a sentire lui dovuta a una mia scarsa motivazione o poca intelligenza per non aver capito fino in fondo la serietà e il potenziale di questo progetto e la sua onestà e il suo spessore…..

    mamma mia che delusione….

    Per concludere… spero vivamente di smentirmi e che lo facciano sto film (prima o poi), perchè l’idea che sto imbecille abbia preso per il culo centinaia di ragazzi oltre alla sottoscritta mi farebbe altamente inca**are!
    chi ha più informazioni le condivida!

  28. margot says:

    Leggo e sottoscrivo… stessa esperienza della maggior parte di voi purtroppo. Provini a Bologna a fine gennaio, presa per un ruolo minore che poi si trasforma in uno dei ruoli principali.. contentissima, no? Prima esperienza in un lungometraggio, dopo anni di scuola di recitazione..cosa potevo chiedere di più? tuttavia c’era qualcosa che non mi tornava… fosse il sesto senso? qualcosa non era chiaro. A parte le paturnie megalomani del signor Chris e i suoi fantomatici punti (manco fosse la bibbia..), ma anche la mancanza di informazioni sul regista stesso… non esiste un curriculum vitae di questa persona! Eppure non sosteneva di essere stato presidente di festival internazionali??? manco il suo presunto nome anagrafico (makridis) porta a nulla.. Ma va beh, faccio finta di nulla. Mi sono detta “crediamoci”.
    Dopo qualche mese di silenzio iniziano le richieste di collaborazione per trovare fondi. Mi metto a disposizione perchè mi sembrava un bel progetto. Nel frattempo contatto il signor Chris che ogni settimana era in giro per l’italia e che nei suoi presunti giri una volta mi chiede pure ospitalità (ma io vivo con i miei per cui ho sviato la cosa inventandomi una balla, dal momento che non mi sembrava il caso di portare a casa dei miei genitori un 40enne sconosciuto che si spacciava per regista, vi pare?). Va beh. Ad aprile vado a fare un workshop di recitazione a Roma e per l’appunto lui in quel periodo si trovava nella Capitale. Lo chiamo più volte durante la settimana e prima fissiamo per vederci a fine settimana, poi quando lo richiamo mi informa che era dovuto andare improvvisamente nel nord perchè a Roma non gli davano dei permessi per cui si doveva informare per trovare un’altra città. ???
    Va beh.. torno nella mia città e mi viene affidato il compito di contattare le aziende per cercare fondi. Settore cucine… per altro manco si capiva che tipo di fondi andavano chiesti, quanto e a quali condizioni…
    A prescindere dal fatto che se faccio un provino per fare l’attrice, in teoria dovrei essere assegnata ad un personaggio preciso, non essere cambiata 20 volte di ruolo, ma a prescindere…se faccio un provino come attrice non vuol dire che debba mettermi a cercare sponsor e chiedere soldi ad aziende, no?per lo più aggiungerei, senza neanche avere alcuna sicurezza sul film e sul pregetto!!! Poi c’è stata la richiesta di cercare le location. Dopo gli sponsor, ora voleva che ci informassimo per avere ville e ospedali e scuole e uffici, tutti gratis! manco a dire a buon prezzo, solo gratis!! perchè secondo lui “gli facevamo un favore” a girare il film li! ahahahah, ma come faccio a chiedere un favore a persone se non posso dargli neanche la garanzia di un curriculum???? o di chi sei? o di cosa fai??

    E va beh, troppe ce ne sono… morale della favola? a luglio gli mando un’email in cui gli esternavo i miei dubbi su tutta la vicenda, facendo riferimento al mio scetticismo in generale sulle cose dovuto a fregature che avevo già preso in precedenza e mettendo le carte in tavola.. il tutto forse per avere una sconferma del sospetto che fosse una bufala, oppure per giustificare la mia scarsa partecipazione nell’ultime settimane.. (avevo perso la motivazione, dal momento che erano 6 mesi che leggevo ogni giorno i post deliranti, mandavo email senza – giustamente- avere risposta dalle aziende, chiamavo persone e conoscenti per trovare locations per il film e nel frattempo cambiava la città, il ruolo e le date di inizio delle riprese… ah, e il copione non si è mai visto ma ho scoperto da una che aveva il settore con me che faceva l’insegnante, che le aveva pure chiesto di scriverlo assieme ad altre insegnanti…..quindi manco il copione pronto aveva!!!!). Per tutta risposta lui dopo qualche giorno mi chiede soldi per un’emergenza (sembrava più un test che altro ma ovviamente il rischio bufala c’era) che io non gli do e mi butta fuori dal film nascondendosi dietro a motivazioni ridicole, centrate sulla mia scarsa fiducia nei confronti del progetto, a sentire lui dovuta a una mia scarsa motivazione o poca intelligenza per non aver capito fino in fondo la serietà e il potenziale di questo progetto e la sua onestà e il suo spessore…..

    mamma mia che delusione….

    Per concludere… spero vivamente di smentirmi e che lo facciano sto film (prima o poi), perchè l’idea che sto imbecille abbia preso per il culo centinaia di ragazzi oltre alla sottoscritta mi farebbe altamente inca**are!
    chi ha più informazioni le condivida!

  29. NATY says:

    SIAMO A NOVEMBRE E L AGENZIA CMproject STA CERCANDO COMPARSE,FIGURANTI E RUOLI MINORI PER IL”TRAPPED DREAMS.MI SONO PROPOSTA E DEVO FARE IL CASTING A MILANO,GRAZIE A FANCESCO E A QUESTO BLOG,COL CAVOLO CHE CI VADO.

    • Fg says:

      Ma ancora?!!? Ancora cercano di far decollare questo pachiderma senza ali? Mammamia… Sono al festival del cinema a Roma, ma questo tizio perchè non si presenta che sono proprio curioso di vedere cosa ha da dire?

  30. NATY says:

    SIAMO A NOVEMBRE E L AGENZIA CMproject STA CERCANDO COMPARSE,FIGURANTI E RUOLI MINORI PER IL”TRAPPED DREAMS.MI SONO PROPOSTA E DEVO FARE IL CASTING A MILANO,GRAZIE A FANCESCO E A QUESTO BLOG,COL CAVOLO CHE CI VADO.

    • Fg says:

      Ma ancora?!!? Ancora cercano di far decollare questo pachiderma senza ali? Mammamia… Sono al festival del cinema a Roma, ma questo tizio perchè non si presenta che sono proprio curioso di vedere cosa ha da dire?

  31. Giovanni says:

    Spero non sia ancora lui. Ho chiesto info se mi rispondono vi informo. La richiesta di attori è in stile del “nostro” ma la s
    peranza che sia sparito è l’ultima a morire

  32. Giovanni says:

    Spero non sia ancora lui. Ho chiesto info se mi rispondono vi informo. La richiesta di attori è in stile del “nostro” ma la s
    peranza che sia sparito è l’ultima a morire

  33. giovanni says:

    ho scritto sull pagina FB dell’angenzia chiedendo info ma tutto tace.
    Però ha ragione il dottor Sevestianos che tutti, almeno io, continuano a parlarne. Diavolo di un uomo

    • Sere says:

      Ciao! Io ho scritto per fare la comparsa! Non sono un attrice, ma ho avuto esperienze cm ragazza immagine. Allora volevo provare a fare la figurante/comparsa. Ho letto del casting, ho mandato l email con le mie foto e mi hanno confermata. Devo presentarmi venerdì a Milano. Dite che è tutta una bufala? Ma ke noia!

      • Fg says:

        Guarda, leggi i commenti e credo ti farai un’ideina 😉 Se vuoi provare lo stesso a fare la comparsa vacci ma se non sei di Milano che ci vai a fare per guadagnare 80 euro? Nel caso peggiore ti sfrutterà come ha fatto con gli altri per la promozione di questo “film” che va avanti da un anno e mi sa che non vedra’ mai il buio delle sale cinematografiche.. Dammi retta, stai a casa 😉

  34. giovanni says:

    ho scritto sull pagina FB dell’angenzia chiedendo info ma tutto tace.
    Però ha ragione il dottor Sevestianos che tutti, almeno io, continuano a parlarne. Diavolo di un uomo

  35. Giovanni says:

    Non pensare di vedere soldi. Se sei vicina vacci almeno provi l’ebrezza di un provino, Sicuramente ti prende come ne ha già presi almeno un centinaio. Se fossi libero farei una capatina almeno per vedere come mi accoglierebbe. Facci sapere come è andata. RICORDA CHE CHI OFFRE LAVORO ANCHE ARTISTICO NON CHIEDE NESSUN CONTRIBUTO

  36. Giovanni says:

    Non pensare di vedere soldi. Se sei vicina vacci almeno provi l’ebrezza di un provino, Sicuramente ti prende come ne ha già presi almeno un centinaio. Se fossi libero farei una capatina almeno per vedere come mi accoglierebbe. Facci sapere come è andata. RICORDA CHE CHI OFFRE LAVORO ANCHE ARTISTICO NON CHIEDE NESSUN CONTRIBUTO

  37. sere says:

    ciao ragazzi! Allora vi racconto così mi dite se a voi è successa la stessa cosa… sono andata… ci hanno fatto compilare un foglio con scritto altezza ecc ecc e poi ci hanno fatto aspettare su dei divanetti nella sala d’attesa. Uno per uno ci hanno chiamati per entrare in una stanza dove c’era il regista con altri due assistenti. Mi hanno fatto un po’ di domande del tipo cosa faccio nella vita, perché ho deciso di fare questo provino ecc. Poi mi hanno detto che di comparse per il film in realtà ne cercano poche, e per di più vogliono attori maschili. Però mi hanno detto che, dato che mi ritengono molto fashion e adatta, andrei bene per partecipare alla web tv sulla moda come fotomodella o collaboratrice. Mi hanno detto di inviare una mail con scritto a quale web tv vorrei lavorare e quali fossero i miei progetti. Mhaaaaaaa 🙂

    • Fg says:

      hmmm casualmente ti hanno cambiato la “destinazione d’uso” molto sospetta come cosa. Quando ci sono di mezzo le wev tv ricordati che non c’è un centesimo da dare a nessuno, a parte chi organizza la cosa. Vedrai che ti proporranno di fare delle cose “per iniziare” a gratis. Mandali a quel paese. Comunque continua a farceli credere e inviala quella mail, magari poi facci sapere 🙂

      • sere says:

        va bene! Poi vi aggiorno! Ho mandato l’email ora vediamo se mi risponde. Comunque ovviamente anche a me la cosa pare sospetta… secondo me sono progetti che non si realizzeranno mai

  38. sere says:

    ciao ragazzi! Allora vi racconto così mi dite se a voi è successa la stessa cosa… sono andata… ci hanno fatto compilare un foglio con scritto altezza ecc ecc e poi ci hanno fatto aspettare su dei divanetti nella sala d’attesa. Uno per uno ci hanno chiamati per entrare in una stanza dove c’era il regista con altri due assistenti. Mi hanno fatto un po’ di domande del tipo cosa faccio nella vita, perché ho deciso di fare questo provino ecc. Poi mi hanno detto che di comparse per il film in realtà ne cercano poche, e per di più vogliono attori maschili. Però mi hanno detto che, dato che mi ritengono molto fashion e adatta, andrei bene per partecipare alla web tv sulla moda come fotomodella o collaboratrice. Mi hanno detto di inviare una mail con scritto a quale web tv vorrei lavorare e quali fossero i miei progetti. Mhaaaaaaa 🙂

    • Fg says:

      hmmm casualmente ti hanno cambiato la “destinazione d’uso” molto sospetta come cosa. Quando ci sono di mezzo le wev tv ricordati che non c’è un centesimo da dare a nessuno, a parte chi organizza la cosa. Vedrai che ti proporranno di fare delle cose “per iniziare” a gratis. Mandali a quel paese. Comunque continua a farceli credere e inviala quella mail, magari poi facci sapere 🙂

      • sere says:

        va bene! Poi vi aggiorno! Ho mandato l’email ora vediamo se mi risponde. Comunque ovviamente anche a me la cosa pare sospetta… secondo me sono progetti che non si realizzeranno mai

  39. giovanni says:

    le web tv dovevano essere innumerevoli e sarebbero dovute partire al massimo entro la fine di settembre.
    Sul film. se andate su FB trovate la pagina del film dove ci sono foto delle riprese già iniziate. Possibile che con il film già in fase di lavorazione il regista, produttore, autore cerchi ancora attori?

    Se sei carina ti risponde di sicuro non dubitare. Al limite ti proporrà di fare fundraising, cercare location oppure ospitare la troup a casa tua durante le riprese nella tua città

  40. giovanni says:

    le web tv dovevano essere innumerevoli e sarebbero dovute partire al massimo entro la fine di settembre.
    Sul film. se andate su FB trovate la pagina del film dove ci sono foto delle riprese già iniziate. Possibile che con il film già in fase di lavorazione il regista, produttore, autore cerchi ancora attori?

    Se sei carina ti risponde di sicuro non dubitare. Al limite ti proporrà di fare fundraising, cercare location oppure ospitare la troup a casa tua durante le riprese nella tua città

  41. TT says:

    Io ho resistito fino ai primi 5 giorni di “riprese”, se così si possono definire…e ad un certo punto non mi sono stancata di tutta questa disorganizzazione e me ne sono tirata fuori! Ero stata presa come costumista, e da quello che diceva il “regista” all’inizio, dovevamo almeno avere garantiti vitto e alloggio, quindi sono andata a Milano, dove si sarebbero svolti i primi giorni di riprese, e per fortuna ho avuto il buonsenso di rimanere a dormire da una mia amica per i primi giorni! Già, perché l’alloggio previsto era semplicemente una coperta sul pavimento di casa sua, con un bagno che probabilmente non veniva lavato da mesi e che i poveri attori che sono stati li (non io per fortuna) hanno dovuto lavare cercando di non vomitare! Per il resto, oltre al fantastico alloggio, abbiamo pagato noi qualsiasi cosa per i giorni che siamo rimasti li. Per quanto riguarda le riprese, la disorganizzazione era totale: attori che non sapevano ancora che personaggio era stato loro assegnato e tecnici che dovevano portarsi tutto l’occorrente da casa. Per quanto riguarda il lavoro che dovevo svolgere io, dopo due giorni li in attesa di fare qualcosa (perché i primi giorni le scene erano girate in un ospedale, e non c’erano chissà quali costumi da scegliere, se non i camici da medico) mi sento dire che i costumi potevo anche sceglierli da casa via skipe, parlando con gli attori e dicendo cosa dovevano portarsi da casa, tanto “i costumi non sono importanti, questo film diventerà famoso per le scene, le inquadrature, non di certo per i costumi” (parole del regista) Da li ho capito che tutto questo non faceva davvero per me…e ho lasciato perdere questa ridicola iniziativa!

  42. TT says:

    Io ho resistito fino ai primi 5 giorni di “riprese”, se così si possono definire…e ad un certo punto non mi sono stancata di tutta questa disorganizzazione e me ne sono tirata fuori! Ero stata presa come costumista, e da quello che diceva il “regista” all’inizio, dovevamo almeno avere garantiti vitto e alloggio, quindi sono andata a Milano, dove si sarebbero svolti i primi giorni di riprese, e per fortuna ho avuto il buonsenso di rimanere a dormire da una mia amica per i primi giorni! Già, perché l’alloggio previsto era semplicemente una coperta sul pavimento di casa sua, con un bagno che probabilmente non veniva lavato da mesi e che i poveri attori che sono stati li (non io per fortuna) hanno dovuto lavare cercando di non vomitare! Per il resto, oltre al fantastico alloggio, abbiamo pagato noi qualsiasi cosa per i giorni che siamo rimasti li. Per quanto riguarda le riprese, la disorganizzazione era totale: attori che non sapevano ancora che personaggio era stato loro assegnato e tecnici che dovevano portarsi tutto l’occorrente da casa. Per quanto riguarda il lavoro che dovevo svolgere io, dopo due giorni li in attesa di fare qualcosa (perché i primi giorni le scene erano girate in un ospedale, e non c’erano chissà quali costumi da scegliere, se non i camici da medico) mi sento dire che i costumi potevo anche sceglierli da casa via skipe, parlando con gli attori e dicendo cosa dovevano portarsi da casa, tanto “i costumi non sono importanti, questo film diventerà famoso per le scene, le inquadrature, non di certo per i costumi” (parole del regista) Da li ho capito che tutto questo non faceva davvero per me…e ho lasciato perdere questa ridicola iniziativa!

  43. Antonio says:

    Ciao! Anche io nella trappola, ma solo per un giorno, a Bologna, il Febbraio dell’anno scorso.

    Sono un tipo molto diffidente quando incontro certe situazioni. Se poi sono particolari come questa mi sale ancor di più il “senso di ragno”.

    La consapevolezza della truffa, perchè di questo si parla, non può essere altrimenti, arrivò nel momento stesso che aprii la porta per incontralo, lì, in quella stanzetta dell’Hotel Continental, a Zola Predosa. La sigaretta accesa, il fumo a mò di nebbia, e poi lui, con quella carnagione olivastra e quei capelli neri e dal taglio lungo a tendina. E fin qui pensai: “Ok, hai fatto colloqui in posti decisamente peggiori”. Subito però il mio pensiero andò a tutti i ragazzi che erano con me in quel momento, almeno una quarantina, tutti con una mansione diversa per cui proporsi.
    Mansioni “tecniche”, come il fonico (me), il luciaio, la costumista, la truccatrice, il compositore… Possibile che un solo uomo sia in grado di valutare e selezionare così tanta gente per così complicati ruoli? In quella stanzetta?
    La sua stretta di mano fu tra le più molli mai provate. Diffidare sempre di mano molli, dice sempre mia madre.
    Ma crollai quando lo sentii parlare. Non furono le sue parole ad atterrirmi, di quei deliri feci dopo un pensiero a parte, ma il suo accento.

    Giusto per fare un paragone, un mio amico di Roma ha vissuto per un anno e mezzo della sua vita a New York, tra i 16 e i 18 anni mi sembra. Al ritorno, il suo fortissimo accento romano era stato contaminato da quello americano, si sentiva che aveva vissuto e parlato in quel posto.

    A Bologna, ho avuto di fronte un uomo che dal cognome (artistico?) avrebbe dovuto richiamare origini greche, e dal suo profilo facebook pare aver vissuto a New York. Mi aspetto una parlata dalle sonorità anglofone. Non latine. Per giunta spagnola, probabilmente. Non voglio fare richiami stupidi, ma io questo tipo di parlata l’ho sentita solo dai giostrai zingari che ogni tanto si piazzanno dietro al teatro in cui io lavoro.

    Potete anche pensare che probabilmente io stia dicendo una gran vaccata, ma ho lavorato con il pubblico di festival, fiere, convegni e multicinema, so parlare l’inglese e posso capire dalla parlata il tipo di persona che ho davanti. Di fronte a me, in quel momento la prima cosa che pensai fu: “Questo parla come un giostraio che fa l’attore”. Leggendo le varie esperienze di molti miei colleghi su questo blog, sono ancora convinto che lo sia.

  44. Antonio says:

    Ciao! Anche io nella trappola, ma solo per un giorno, a Bologna, il Febbraio dell’anno scorso.

    Sono un tipo molto diffidente quando incontro certe situazioni. Se poi sono particolari come questa mi sale ancor di più il “senso di ragno”.

    La consapevolezza della truffa, perchè di questo si parla, non può essere altrimenti, arrivò nel momento stesso che aprii la porta per incontralo, lì, in quella stanzetta dell’Hotel Continental, a Zola Predosa. La sigaretta accesa, il fumo a mò di nebbia, e poi lui, con quella carnagione olivastra e quei capelli neri e dal taglio lungo a tendina. E fin qui pensai: “Ok, hai fatto colloqui in posti decisamente peggiori”. Subito però il mio pensiero andò a tutti i ragazzi che erano con me in quel momento, almeno una quarantina, tutti con una mansione diversa per cui proporsi.
    Mansioni “tecniche”, come il fonico (me), il luciaio, la costumista, la truccatrice, il compositore… Possibile che un solo uomo sia in grado di valutare e selezionare così tanta gente per così complicati ruoli? In quella stanzetta?
    La sua stretta di mano fu tra le più molli mai provate. Diffidare sempre di mano molli, dice sempre mia madre.
    Ma crollai quando lo sentii parlare. Non furono le sue parole ad atterrirmi, di quei deliri feci dopo un pensiero a parte, ma il suo accento.

    Giusto per fare un paragone, un mio amico di Roma ha vissuto per un anno e mezzo della sua vita a New York, tra i 16 e i 18 anni mi sembra. Al ritorno, il suo fortissimo accento romano era stato contaminato da quello americano, si sentiva che aveva vissuto e parlato in quel posto.

    A Bologna, ho avuto di fronte un uomo che dal cognome (artistico?) avrebbe dovuto richiamare origini greche, e dal suo profilo facebook pare aver vissuto a New York. Mi aspetto una parlata dalle sonorità anglofone. Non latine. Per giunta spagnola, probabilmente. Non voglio fare richiami stupidi, ma io questo tipo di parlata l’ho sentita solo dai giostrai zingari che ogni tanto si piazzanno dietro al teatro in cui io lavoro.

    Potete anche pensare che probabilmente io stia dicendo una gran vaccata, ma ho lavorato con il pubblico di festival, fiere, convegni e multicinema, so parlare l’inglese e posso capire dalla parlata il tipo di persona che ho davanti. Di fronte a me, in quel momento la prima cosa che pensai fu: “Questo parla come un giostraio che fa l’attore”. Leggendo le varie esperienze di molti miei colleghi su questo blog, sono ancora convinto che lo sia.

  45. insultoumano says:

    Io andai ad uno dei suoi colloqui come membro della troupe esattamente un anno fa ed esclusivamente perchè dovevo incontrare un mio amico a Venezia, decisi di fermarmi a Bologna al ritorno e vedere di cosa si trattasse. In sala d’aspetto erano tutti molto dubbiosi, infatti cominciammo a scambiarci frasi di diffidenza su quanto dovevamo aspettarci dal “regista”. Ad un certo punto sbucò dalla sala dei colloqui un mio collega che si era fatto km e km apposta per fare il colloquio, già da quello che mi disse fuori dalla porta e dalla sua telefonata quando era alla stazione, mi fece capire che sarebbe stato meglio non perdere tempo, ma io non lo stetti a sentire. Aspettai due ore (rischiando di perdere il treno e rimanere a Zola Predosa) per entrare al colloquio e pronunciare la parola che questo presunto regista odia tanto: LAVORATORE. “no no può andarsene, ho già visto abbastanza!” il giorno dopo notai con orrore che su Facebook questo Sevastianos aveva scritto delle note rispondendo in malo modo a tutte quelle perplessità che io e le persone che aspettavano con me al provino avevamo esposto il giorno prima in sala d’attesa. Questo vuol dire che il malato di mente aveva piazzato un registratore fuori dalla saletta per captare tutti i discorsi che lui, durante i colloqui, per forza di cose non poteva sentire. Le note sono state opportunamente cancellate dopo circa due settimane… ma tornando sulla pagina oggi io non ho trovato più nulla di quello che c’era, neanche le foto degli attori o la trama o altro. So solo che la prima cosa che feci fu consigliare alla mia amica attrice che voleva fare il provino di non andarci assolutamente.

  46. Lucio Benenati says:

    hahahahaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa io avrei dovuto essere l’ART DIRECTOR!!!! ahhahaaaaaaaaaa ovvvvvvvvvvvvvvio appena ho parlato di contratti etc etc mi ha mandato una mail dicendo CHE NON FACEVO PIU PARTE DEL PROGETTO!..ahhhaaaaaaaaaaa ho riso troppo…fortuna che gli sono stato dietro UN GIORNO SOLO!…ah! mi aveva detto che il film sarebbe andato a gli Oscar del 2014! ……è candidato????? ahahaaa

  47. Lucio Benenati says:

    hahahahaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa io avrei dovuto essere l’ART DIRECTOR!!!! ahhahaaaaaaaaaa ovvvvvvvvvvvvvvio appena ho parlato di contratti etc etc mi ha mandato una mail dicendo CHE NON FACEVO PIU PARTE DEL PROGETTO!..ahhhaaaaaaaaaaa ho riso troppo…fortuna che gli sono stato dietro UN GIORNO SOLO!…ah! mi aveva detto che il film sarebbe andato a gli Oscar del 2014! ……è candidato????? ahahaaa

  48. Lottadura says:

    Devo assolutamente scrivervi qualcosa anch’io. Sono una compositrice e musicista, seria. Premetto che ho fatto il colloquio mezza addormentata e leggermente disgustata dal personaggio, puzzolente e dalla mano molle (anche la mia mamma dice la stessa cosa sulle mani molli :), quindi ho smesso del tutto di parlare dopo le frasi “io ho 6 lauree”, “io capisco tutto ancora prima che la gente parli”, “io ho vissuto a New York, a Tokio, a Parigi…”, “io, io, io, io, io…”. Gli ho detto che certe doti prescindono dai titoli di studio, in maniera anche piuttosto sgradevole, e lui ha fatto quella tipica faccia di chi è contento di essere stato insultato. Tipo ah, questa è una dura.
    Intanto io dentro di me pensavo: questo qui è seriamente un idiota.
    Insomma, mi prende, tutto arrazzato dal mio comportamento. Mi fa comporre 5 brani, corti, ma 5 brani sono tanti comunque.

    Premetto che non era stata scritta UNA riga di copione, quindi componevo su cose che non esistevano.

    Poi mi rende noto di aver costituito un manipolo di compositori, una roba tipo 8 persone. Ma come si fa a comporre in 8? Ci consultiamo tra di noi, ognuno/a di noi fa la sua parte (sempre su scene che non esistevano ancora), poi io avverto il cretino e il manipolo che sarei partita per il Canada e che sarei stata molto a nord senza connessione, ma che avrei continuato a comporre. E gli altri compagni tutti contenti, mi hanno augurato buon viaggio e via.

    Parto per un mese in Canada, dove, nonostante le difficoltà, continuo a comporre. Quando torno scopro che non sono più tra i compositori, semplicemente sono sparita.

    Alché mando una mail a questo idiota e gli dico che mi ha fatto comporre musica per mesi senza dirmi che non ero più nel progetto. E che doveva solo vergognarsi della sua esistenza miserrima.

    Mi viene risposto che non ho fatto like a una roba su Facebook, e che quindi ero fuori.

    Ma io non ce l’ho Facebook!!!
    Ahahahhahaha
    La sua risposta è stata: dovevi aprirti un account facebook per fare questo film.

    Ma sai che bel va*****ulo che ti porti nella tomba.

    • Fg says:

      Grazie per la tua testimonianza. Pero’ mi viene un po’ spontanea una domanda: ma come hai fatto a perdere tutto questo tempo, comporre per mesi dei brani, senza un contratto, una sceneggiatura, e dopo che avevi visto pure che era un coglione? Se come dici questo è il tuo lavoro e sei una professionista, perchè ti sei dovuta abbassare a lavorare gratis per questo personaggio? E’ qui che mi meraviglio, quando sento persone professioniste che perdono tempo così…

      • Lottadura says:

        Io adoro comporre musica. E ho scambiato cose molto interessanti con i compagni e le compagne del gruppo “addetto” alla musica. Ho sempre composto per teatro e per videogiochi, mai per cinema, per cui ho voluto lanciarmi in un’esperienza del genere. Sapevo che non avrei visto un soldo, ma mi piaceva l’idea di comporre per film, visto che avevo appena finito il mio master al Berklee di Boston. Volevo solo fare esperienza. Sarò anche una compositrice, ma non ho un soldo neanche per sbaglio, è un lavoro che non paga, per quanto mi riguarda. Quindi del discorso soldi non mi interessava mezza virgola.

        • Fg says:

          Ok, le scelte sono scelte ma allora uno non si può definire un “professionista” se la sua professione non è comporre musica ma si campa con altro. Per quanto mi riguarda se recitare/scrivere non mi desse da vivere almeno per l’80% della mia vita, avrei già cambiato mestiere. Però permettimi , sempre col dovuto rispetto, che se hai le qualità e i titoli che dici, farsi pagare mi sembra il minimo, anche in questi lavori “semi-amatoriali”, o almeno un bel rimborso spese, sennò diamo spazio a questi ciarlatani che continuano a proporre progetti assurdi e sfruttare gente anche di talento.

      • Lottadura says:

        Ma infatti è stata un’esperienza, durata poco e finita male che spero di non ripetere più finché campo. E poi io non mi sono mai definita “professionista”, sei tu che lo stai facendo attribuendomi titoli e qualità di cui io non ho mai parlato, io ho solo detto di essere una persona seria. Volevo dare il mio contributo a questa esperienza orribile che abbiamo fatto tutti e tutte, ma a quanto pare alla fine sono stata cazziàta io!

        Comunque lui mi aveva mandato tutto, contratto, prospetto finanziario con percentuali, etc., quindi francamente non capisco il tuo viraggio sul lato economico, il problema è che costui è un ciarlatano schifoso, ma non per i soldi, (perché sul prospetto dei compositori c’erano percentuali rimborsi spese, sembrava scritto da Paperino, certo, però parlava di soldi eccome), quanto per le sue miserrime e psicotiche velleità d’artista.

        Oggi è pieno di gente che inizia progetti no-budget e fa lavorare la gente a gratis. Mi è capitato diverse volte di lavorare senza essere pagata, eh già, accade. Ed è orribile.

        Io per vivere devo fare duemila cose, e di certo non faccio percentuali sulle passioni. La musica non mi dà affatto l’80% dei soldi che mi servono per vivere, sai, è così per tutti i musicisti (a parte Angelo Badalamenti, i Daft Punk e tutti quelli che vengono prodotti dalle grandi etichette!!), ma piuttosto che abbandonare la strada musicale, mi farei strappare gli occhi! 😉

        • Fg says:

          Ma guarda che qui nessuno ti ha “cazziata”. Stiamo solo scambiando opinioni. Tu hai scritto che componi da molto tempo e che hai studiato a Boston, eri in Canada e componevi pure lì, mi pare che sono cose belle e che se le fai non sarai la prima venuta no? Quindi credevo fossi una professionista. Se non lo sei allora ok, ritiro quello che ho detto e hai fatto bene a provarci, anche se continuo a chiedermi come mai l’hai fatto se a prima vista già ti eri accorta che era un buffone 😀 E’ questo che non capisco… Abbiamo due visioni differenti di “passione” e se dici che lavorare gratis è orribile, perchè l’hai fatto e continui a farlo? Fino a che continueremo a lavorare gratis anche quando potremmo chiedere un compenso perchè siamo bravi e abbiamo già fatto la gavetta, ci saranno sempre questi buffoni che si approfittano delle persone in buona fede. Poi un conto è avere 20 anni usciti dal conservatorio/accademia, un conto è averne 40 con un bagaglio professionale alle spalle. Anche io a 20anni ho fatto cosette gratis, e sono pure incappato in truffatori che per un book mi hanno fregato 3 milioni di lire, ma erano i primi anni ’90 e manco esisteva la rete, quindi sono un po’ scusato. Adesso chi ci casca è solo un povero sprovveduto. Io comunque conosco molti amici musicisti che col loro lavoro ci campano. Campare non significa diventare famosi o avere grandi successi di Badalamenti o dei Daft Punk (che non conosco) ma viversi dignitosamente la proprio vita sfruttando la propria passione, ma la passione se non ti fa vivere diventa un hobby e merita il tempo che merita un hobby 🙂

      • lottadura says:

        Eh beh, beati i tuoi amici che campano di musica al girno d’oggi, in Italia! Io insegno musica e compongo, ma non mi è ancora capitato di diventare la Music Supervisor della Fandango o la compositrice di Sorrentino. Né ai miei amici e alle mie amiche che suonano, compongono, dirigono, di diventare ricche, né di aver i soldi per campare. Per questo, dobbiamo integrare con altri lavori. E non abbiamo ancora 40 anni, ovvio, abbiamo tutto il tempo per fare gli incontri giusti, ma soprattutto non ci è mai capitato di incontrare degli schifosi come sto Sevastianos. Per questo esiste questo post con tutte queste testimonianze, proprio perché gente seria, che lavora, e che magari come me ne fa 40 di lavori diversi (in Canada ci sono andata per l’Università per esempio), avrebbe desiderato di non essere presa in giro, neanche per mezzo minuto. Non cambia molto aver dedicato un giorno o un mese a questo ciarlatano, né cambia molto la quantità di soldi che il nostro lavoro dei sogni ci porta attualmente, a mio parere. Si può essere professionali anche al di là dei soldi che prendi. Ci sono state volte in cui non sono stata pagata e volte in cui ho rifiutato i soldini, volte in cui sono stata pagata molto, quando vivevo in Francia per esempio campavo con i concerti. Qui siamo in Italia, e io ci sono tornata, d’altronde, e oltre al problema Sevastianos, prodotto di un’epoca decadente nel peggior senso possibile, sussiste il problema finanziario, i soldi per la musica non ci sono, il FUS ne è la dimostrazione. Gli unici che conosco che possono campare, bene, di musica sono infatti la mia prof. di pianoforte del conservatorio, pianista di Morricone, Paolo Fresu, e altri pochissimi eletti come loro. Invece tutti i miei compagni della Ivan Illich di Bologna o della Scuola Popolare di Testaccio, per esempio, musicisti/e incredibilmente eccezionali, hanno difficoltà nella vita e sono costretti/e, come me, a fare duemila lavori.

        Tra cui, magari, un film, speravo.
        Ah, a proposito, dopo una settimana dalla mia dipartita (il tutto sarà durato un mese e mezzo comunque, compreso il mese all’estero), tutti gli altri compositori e compositrici sono stati letteralmente cacciati dal progetto. Adesso le musiche chi gliele starà facendo? Gianluca Petrella? 😀

  49. Lottadura says:

    Devo assolutamente scrivervi qualcosa anch’io. Sono una compositrice e musicista, seria. Premetto che ho fatto il colloquio mezza addormentata e leggermente disgustata dal personaggio, puzzolente e dalla mano molle (anche la mia mamma dice la stessa cosa sulle mani molli :), quindi ho smesso del tutto di parlare dopo le frasi “io ho 6 lauree”, “io capisco tutto ancora prima che la gente parli”, “io ho vissuto a New York, a Tokio, a Parigi…”, “io, io, io, io, io…”. Gli ho detto che certe doti prescindono dai titoli di studio, in maniera anche piuttosto sgradevole, e lui ha fatto quella tipica faccia di chi è contento di essere stato insultato. Tipo ah, questa è una dura.
    Intanto io dentro di me pensavo: questo qui è seriamente un idiota.
    Insomma, mi prende, tutto arrazzato dal mio comportamento. Mi fa comporre 5 brani, corti, ma 5 brani sono tanti comunque.

    Premetto che non era stata scritta UNA riga di copione, quindi componevo su cose che non esistevano.

    Poi mi rende noto di aver costituito un manipolo di compositori, una roba tipo 8 persone. Ma come si fa a comporre in 8? Ci consultiamo tra di noi, ognuno/a di noi fa la sua parte (sempre su scene che non esistevano ancora), poi io avverto il cretino e il manipolo che sarei partita per il Canada e che sarei stata molto a nord senza connessione, ma che avrei continuato a comporre. E gli altri compagni tutti contenti, mi hanno augurato buon viaggio e via.

    Parto per un mese in Canada, dove, nonostante le difficoltà, continuo a comporre. Quando torno scopro che non sono più tra i compositori, semplicemente sono sparita.

    Alché mando una mail a questo idiota e gli dico che mi ha fatto comporre musica per mesi senza dirmi che non ero più nel progetto. E che doveva solo vergognarsi della sua esistenza miserrima.

    Mi viene risposto che non ho fatto like a una roba su Facebook, e che quindi ero fuori.

    Ma io non ce l’ho Facebook!!!
    Ahahahhahaha
    La sua risposta è stata: dovevi aprirti un account facebook per fare questo film.

    Ma sai che bel va*****ulo che ti porti nella tomba.

    • Fg says:

      Grazie per la tua testimonianza. Pero’ mi viene un po’ spontanea una domanda: ma come hai fatto a perdere tutto questo tempo, comporre per mesi dei brani, senza un contratto, una sceneggiatura, e dopo che avevi visto pure che era un coglione? Se come dici questo è il tuo lavoro e sei una professionista, perchè ti sei dovuta abbassare a lavorare gratis per questo personaggio? E’ qui che mi meraviglio, quando sento persone professioniste che perdono tempo così…

      • Lottadura says:

        Io adoro comporre musica. E ho scambiato cose molto interessanti con i compagni e le compagne del gruppo “addetto” alla musica. Ho sempre composto per teatro e per videogiochi, mai per cinema, per cui ho voluto lanciarmi in un’esperienza del genere. Sapevo che non avrei visto un soldo, ma mi piaceva l’idea di comporre per film, visto che avevo appena finito il mio master al Berklee di Boston. Volevo solo fare esperienza. Sarò anche una compositrice, ma non ho un soldo neanche per sbaglio, è un lavoro che non paga, per quanto mi riguarda. Quindi del discorso soldi non mi interessava mezza virgola.

        • Fg says:

          Ok, le scelte sono scelte ma allora uno non si può definire un “professionista” se la sua professione non è comporre musica ma si campa con altro. Per quanto mi riguarda se recitare/scrivere non mi desse da vivere almeno per l’80% della mia vita, avrei già cambiato mestiere. Però permettimi , sempre col dovuto rispetto, che se hai le qualità e i titoli che dici, farsi pagare mi sembra il minimo, anche in questi lavori “semi-amatoriali”, o almeno un bel rimborso spese, sennò diamo spazio a questi ciarlatani che continuano a proporre progetti assurdi e sfruttare gente anche di talento.

      • Lottadura says:

        Ma infatti è stata un’esperienza, durata poco e finita male che spero di non ripetere più finché campo. E poi io non mi sono mai definita “professionista”, sei tu che lo stai facendo attribuendomi titoli e qualità di cui io non ho mai parlato, io ho solo detto di essere una persona seria. Volevo dare il mio contributo a questa esperienza orribile che abbiamo fatto tutti e tutte, ma a quanto pare alla fine sono stata cazziàta io!

        Comunque lui mi aveva mandato tutto, contratto, prospetto finanziario con percentuali, etc., quindi francamente non capisco il tuo viraggio sul lato economico, il problema è che costui è un ciarlatano schifoso, ma non per i soldi, (perché sul prospetto dei compositori c’erano percentuali rimborsi spese, sembrava scritto da Paperino, certo, però parlava di soldi eccome), quanto per le sue miserrime e psicotiche velleità d’artista.

        Oggi è pieno di gente che inizia progetti no-budget e fa lavorare la gente a gratis. Mi è capitato diverse volte di lavorare senza essere pagata, eh già, accade. Ed è orribile.

        Io per vivere devo fare duemila cose, e di certo non faccio percentuali sulle passioni. La musica non mi dà affatto l’80% dei soldi che mi servono per vivere, sai, è così per tutti i musicisti (a parte Angelo Badalamenti, i Daft Punk e tutti quelli che vengono prodotti dalle grandi etichette!!), ma piuttosto che abbandonare la strada musicale, mi farei strappare gli occhi! 😉

        • Fg says:

          Ma guarda che qui nessuno ti ha “cazziata”. Stiamo solo scambiando opinioni. Tu hai scritto che componi da molto tempo e che hai studiato a Boston, eri in Canada e componevi pure lì, mi pare che sono cose belle e che se le fai non sarai la prima venuta no? Quindi credevo fossi una professionista. Se non lo sei allora ok, ritiro quello che ho detto e hai fatto bene a provarci, anche se continuo a chiedermi come mai l’hai fatto se a prima vista già ti eri accorta che era un buffone 😀 E’ questo che non capisco… Abbiamo due visioni differenti di “passione” e se dici che lavorare gratis è orribile, perchè l’hai fatto e continui a farlo? Fino a che continueremo a lavorare gratis anche quando potremmo chiedere un compenso perchè siamo bravi e abbiamo già fatto la gavetta, ci saranno sempre questi buffoni che si approfittano delle persone in buona fede. Poi un conto è avere 20 anni usciti dal conservatorio/accademia, un conto è averne 40 con un bagaglio professionale alle spalle. Anche io a 20anni ho fatto cosette gratis, e sono pure incappato in truffatori che per un book mi hanno fregato 3 milioni di lire, ma erano i primi anni ’90 e manco esisteva la rete, quindi sono un po’ scusato. Adesso chi ci casca è solo un povero sprovveduto. Io comunque conosco molti amici musicisti che col loro lavoro ci campano. Campare non significa diventare famosi o avere grandi successi di Badalamenti o dei Daft Punk (che non conosco) ma viversi dignitosamente la proprio vita sfruttando la propria passione, ma la passione se non ti fa vivere diventa un hobby e merita il tempo che merita un hobby 🙂

      • lottadura says:

        Eh beh, beati i tuoi amici che campano di musica al girno d’oggi, in Italia! Io insegno musica e compongo, ma non mi è ancora capitato di diventare la Music Supervisor della Fandango o la compositrice di Sorrentino. Né ai miei amici e alle mie amiche che suonano, compongono, dirigono, di diventare ricche, né di aver i soldi per campare. Per questo, dobbiamo integrare con altri lavori. E non abbiamo ancora 40 anni, ovvio, abbiamo tutto il tempo per fare gli incontri giusti, ma soprattutto non ci è mai capitato di incontrare degli schifosi come sto Sevastianos. Per questo esiste questo post con tutte queste testimonianze, proprio perché gente seria, che lavora, e che magari come me ne fa 40 di lavori diversi (in Canada ci sono andata per l’Università per esempio), avrebbe desiderato di non essere presa in giro, neanche per mezzo minuto. Non cambia molto aver dedicato un giorno o un mese a questo ciarlatano, né cambia molto la quantità di soldi che il nostro lavoro dei sogni ci porta attualmente, a mio parere. Si può essere professionali anche al di là dei soldi che prendi. Ci sono state volte in cui non sono stata pagata e volte in cui ho rifiutato i soldini, volte in cui sono stata pagata molto, quando vivevo in Francia per esempio campavo con i concerti. Qui siamo in Italia, e io ci sono tornata, d’altronde, e oltre al problema Sevastianos, prodotto di un’epoca decadente nel peggior senso possibile, sussiste il problema finanziario, i soldi per la musica non ci sono, il FUS ne è la dimostrazione. Gli unici che conosco che possono campare, bene, di musica sono infatti la mia prof. di pianoforte del conservatorio, pianista di Morricone, Paolo Fresu, e altri pochissimi eletti come loro. Invece tutti i miei compagni della Ivan Illich di Bologna o della Scuola Popolare di Testaccio, per esempio, musicisti/e incredibilmente eccezionali, hanno difficoltà nella vita e sono costretti/e, come me, a fare duemila lavori.

        Tra cui, magari, un film, speravo.
        Ah, a proposito, dopo una settimana dalla mia dipartita (il tutto sarà durato un mese e mezzo comunque, compreso il mese all’estero), tutti gli altri compositori e compositrici sono stati letteralmente cacciati dal progetto. Adesso le musiche chi gliele starà facendo? Gianluca Petrella? 😀

  50. giovanni says:

    sta di fatto che questo “signore” ci ha presi in giro in parecchi.
    Non sono un attore professionista ma è un hobby che mi impegna molto. Studio per fare l’attore e mi impegno in tutte le iniziative che intraprendo, a volte sono retribuito altre no.
    Ma torniamo al “regista”. A fine 2012 ho inviato il mio curriculum e attorno a metà gennaio mi sono presentato a Zola Predosa avendo preparato una monologo su un personaggio che secondo me avrei potuto interpretare. Mi sono divertito a prepararmi con entusiasmo come sempre. Pochi giorni dopo il provino via FB mi conferma la “scrittura”. In famiglia e agli amici dicevo: troppo bello per essere vero!
    Il tempo passa e nulla si concretizza. Nel frattempo sono responsabile di più iniziative. Scrivo anche un testo per pubblicizzare la raccolta fondi. Ma qualcosa continua a non convincermi. Perdo altre occasioni ma avevo dato la mia parola.
    Verso maggio arriva un contratto da firmare. Alla lettura anche uno come me decide di aprire gli occhi e contestare quel delirio di contratto. In quel periodo chiede dei soldi ad una mia amica adducendo mille disgrazie. La mia amica sia pure con mille perplessità abbocca. Promette che entro pochi giorni e avrebbe restituito la somma non sapendo che la mia amica mi aveva detto tutto. Passano pochi giorni e la richiesta di danaro arriva anche me: lunga litigata con l’amica e io come un idiota credo alle sue disavventure e invio 200 euro (NON COMMENTATE MI INSULTO DA SOLO) Dopo alcuni giorni e scambio di mail assurde chiedo la restituzione. Mail molto dure. Lui sa che lavoro faccio e che ho possibilità di reperire informazioni. Passa qualche giorno e a metà luglio recupero i miei 200 euro e quelli della mia amica.
    Non pensiate che ho scritto tutto. Ci vorrebbe troppo tempo.
    Alla fine è stata un’esperienza “positiva” mi ha fatto disciulare.

  51. giovanni says:

    sta di fatto che questo “signore” ci ha presi in giro in parecchi.
    Non sono un attore professionista ma è un hobby che mi impegna molto. Studio per fare l’attore e mi impegno in tutte le iniziative che intraprendo, a volte sono retribuito altre no.
    Ma torniamo al “regista”. A fine 2012 ho inviato il mio curriculum e attorno a metà gennaio mi sono presentato a Zola Predosa avendo preparato una monologo su un personaggio che secondo me avrei potuto interpretare. Mi sono divertito a prepararmi con entusiasmo come sempre. Pochi giorni dopo il provino via FB mi conferma la “scrittura”. In famiglia e agli amici dicevo: troppo bello per essere vero!
    Il tempo passa e nulla si concretizza. Nel frattempo sono responsabile di più iniziative. Scrivo anche un testo per pubblicizzare la raccolta fondi. Ma qualcosa continua a non convincermi. Perdo altre occasioni ma avevo dato la mia parola.
    Verso maggio arriva un contratto da firmare. Alla lettura anche uno come me decide di aprire gli occhi e contestare quel delirio di contratto. In quel periodo chiede dei soldi ad una mia amica adducendo mille disgrazie. La mia amica sia pure con mille perplessità abbocca. Promette che entro pochi giorni e avrebbe restituito la somma non sapendo che la mia amica mi aveva detto tutto. Passano pochi giorni e la richiesta di danaro arriva anche me: lunga litigata con l’amica e io come un idiota credo alle sue disavventure e invio 200 euro (NON COMMENTATE MI INSULTO DA SOLO) Dopo alcuni giorni e scambio di mail assurde chiedo la restituzione. Mail molto dure. Lui sa che lavoro faccio e che ho possibilità di reperire informazioni. Passa qualche giorno e a metà luglio recupero i miei 200 euro e quelli della mia amica.
    Non pensiate che ho scritto tutto. Ci vorrebbe troppo tempo.
    Alla fine è stata un’esperienza “positiva” mi ha fatto disciulare.

  52. D. says:

    Salve a tutti..
    Sono a conoscenza di questo blog e in particolar modo di questa pagina dedicata al “grande regista plurilaureato di tutti i tempi in attesa di premiazione all’oscar” …;) 😉 Ho aspettato un bel pò prima di pronunciarmi a riguardo.. ma senz’altro grazie a questo intervento da parte di Fg seguito da tutti gli altri, sono stata aiutata nella costruzione del profilo di questa persona e nel velocizzare la mia analisi e le mie decisioni in merito alla situazione, giungendo a scartare senza alcun ombra di dubbio la surreale e irrealizzabile “proposta lavorativa”. Quindi, anche se credo non serva più, giunti a questo punto anche la mia testimonianza, la rilascio comunque per poter condividere l’assurda esperienza affinchè magari alcuni fatti accaduti personalmente possono aiutare anche altre persone per eventi futuri che possano contenere simili circostanze, utilizzando la questione “sevastianos” come un’utlissimo esempio e pietra di paragone per tenersi il più possibile alla larga da truffe che in un periodo storico così delicato sono all’ordine del giorno!!
    Pertanto:
    io ricevetti la notizia del casting per un lungometraggio indipendente e sperimentale in estate, pubblicato su internet e inviatomi da una mailing list a cui molti attori (compresa io) sono iscritti.
    Alchè incuriosita, ma pur sempre diffidente poichè trattandosi di annunci non filtrati da istituzioni o agenzie (che comunque non permettono altrettanto anche queste di essere certi della serietà al 100%) decido di rispondere, inviando il mio C.V e qualche foto come su richiesta. Mi risponde dopo moolto tempo un tizio, che si scusa del ritardo, mi racconta un pò il progetto, e alla mia domanda inziale (contenuta fin da subito nella prima mail) se per gli attori selezionati era prevista retribuzione, mi consiglia di contattare personalmente il Signor Sevastianos, con cui sarei potuta scendere nel dettaglio e ricevere le informazioni richieste.
    Un pò sbuffando e già stupita dall’insolita procedura, decido comunque di scrivergli “la famosa lettera motivazionale”.. che per me non aveva alcun senso, e proprio perchè per carattere quando capisco che c’è già qualcosa che non mi convince prendo tutto molto alla leggera, metto da parte una presentazione professionale in cui giustamente l’avrei messo al corrente della mia formazione, del diploma di attrice che ho conseguito, degli spettacoli ecc..ecc.. e invece gli scrivo semplicemente di me in una sorta di slancio lirico esistenziale su ciò che per me significa l’arte e il mio lavoro.. totalmente noncurante dell’effetto..
    Bene sigonori, passano giorni, dopo che mi accorga quanto le mie parole lo avevano toccato tanto da pubblicarle sulla sua pagina facebook scrivendo “prendete esempio” da lei..
    A me questo tipo di lode non mi fa alcun effetto, dato che essendo una ragazza molto concreta, nelle cose che riguardano il mio lavoro voglio arrivare al sodo e parlare chiaro. Bene, anche a me, lui parla di contratto, di percentuali, di retribuzione post-film in base al ruolo, immettendomi senza dirmi nulla, senza provino, basandosi solo su C.V e foto, nella “star” del film! Ahahah… ovviamente questo anzichè rendermi felice, si aggiunge alle mie supposizioni sempre più reali che il tipo vendeva fumo!
    Da lì in poi si passa ai “comandamenti”, a tutta quella sfilza di ordini che tutti i giorni dovevi eseguire altrimenti eri fuori (eh scusate a chi non viene in mente il mitico Crozza e il suo personaggio grottesco di Briatore!.. peccato che quello è una caricatura!) a ciò si aggiungono tutti i suoi deliri di onnipotenza, e ossessioni persecutorie e complottiste di essere al centro del mirino.. che tutta l’Italia e i paesi internazionali vogliono boicottare il suo film.. ecc ecc… Io rimango allibita non tanto dal povero pazzo.. quanto dal consistente numero di persone che ancora c’erano dentro, che eseguivano i suo comandi,che scrivevano sul suo post chiamandolo Mycapitan!! e poi si passa alle riprese in ospedale.. foto di backstage….
    Insomma credo che la grande forza che ha fatto restare nel dubbio o convincere del tutto molti.. non è stato tanto lui.. quanto un’ autosuggestione di gruppo, un automatico contagio a catena, dove il post di uno, o l’azione di uno (effettiva) come l’andare a cercare la location, dava la convinzione all’altro che tutto ciò fondamentalmente fosse vero! Del tipo: se lui si sta veramente rimboccando le maniche e per davvero sta “accadendo” qualcosa significa che non saranno tutti scemi!
    Ma il mio “istinto di conservazione” cmq mi portò a farmi furba.. Non certo volevo sprecare tempo con uno del genere!
    quindi cosa facevo esattamente io in tutto ciò?: NULLA se non prenderlo per il culo.. temporeggiare.. inventandomi tutta una serie di impegni.. del tipo “oh mi dispiace ma fino ad ottobre sarò presa da un lavoro.. e sai..essendo PAGATO non posso mia lasciarlo.. (facendolo sentire anche da meno, e sapendo che non poteva in alcun modo controbattere, se non eventualmente esserne imbarazzato, perchè lui che si rivolgeva ad una professionista, non metteva in conto “inizialmente” una retribuzione) Volevo vedere fino a che punto arrivava, cosa succedeva al film.. Intanto gli davo tranquillamente del tu, guardavo fb ogni mille mai, non facevo NULLA di quanto lui ordinava ai suo “adepti”, buttandoli fuori appena qualcuno non eseguiva per tempo un ordine.. Al massimo mi toglieva l’amicizia per poi richiedermela.. cercando di fare giochetti psicologici da strapazzo.. e intanto il mio nome era dappertutto.. addirittura scelta per il suo principale format “di successo”! Alla fine, un giorno non avendo nulla da fare, decido di incontrarlo di persona semplicemente per tirare le somme finali.
    Ci vediamo per un caffè.. è palesemente emozionato.. trema.. gli faccio effetto.. l’ho capito benissimo, in realtà da sempre.. si dichiara felicissimo di vedermi.. ci rintaniamo in un caffè.. gli chiedo come stanno andando le riprese.. se sta per finire il film.. i programmi da lanciare nei vari canali.. Lui non fa altro che tergiversare… inziando un discorso ragazzi, che non ho mai sentito nella mia vita, realmente DELIRANTE.. lui che ha 5/6 lauree..oxford.. new york… che ha insegnato nelle migliori università, che vuole fare questo progetto perchè in realtà non è il film il suo vero scopo.. che lui in cantiere ne ha altri 6, con sceneggiature e tutto già intavolato e pronto, che questi programmi lo porteranno a vendere ville in sardegna..!!! ebbene sì vendere ville!! che lui ha da offrirMI un impero……. SE………….. eccolo qui! è lì che lo volevo! …non scendo in dettagli…. perchè davvero……
    ovviamento io stacco le mani.. dato che le sue dita avevano cercato le mie.. mostro di riportare la converazione sui binari.. mettendolo alle strette, sparandogli delle domande chiare a raffica, che esigono risposte semplici, sì-no. Fa un giro di parole incredibile, capisce. Nel giro di un minuto dice di avere un impegno, che io non ho capito nulla, va alla cassa, paga due caffè. Io con tranquillità mi alzo, mi infilo il cappotto, sorridente lo saluto e giro i tacchi.
    Da quel momento in poi, il giorno dopo la sua pagina Fb non c’era più.
    Spero che questo possa far comprendere chi si cela dietro LA VERA TRAPPOLA DEI SOGNI …E DEI PROVINI, persone in questo caso pazze.. che però si approfittano del grave momento in cui viviamo per cercare di imbambolare le persone, che a volte, pur di lavorare, sono portate ad aggrapparsi a tutto… Non tutti siamo forti, imperturbabili, e razionali e ci sono momenti della vita in cui senza volere, causa circostanze esterne, si è più fragili. Perciò scivolare in certi meccanismi, non è poi così impossibile! Stiamo attenti!!!
    Un abbraccio a tutti! E facciamoci forza!
    Questo immediatamente mi risponde,

  53. D. says:

    Salve a tutti..
    Sono a conoscenza di questo blog e in particolar modo di questa pagina dedicata al “grande regista plurilaureato di tutti i tempi in attesa di premiazione all’oscar” …;) 😉 Ho aspettato un bel pò prima di pronunciarmi a riguardo.. ma senz’altro grazie a questo intervento da parte di Fg seguito da tutti gli altri, sono stata aiutata nella costruzione del profilo di questa persona e nel velocizzare la mia analisi e le mie decisioni in merito alla situazione, giungendo a scartare senza alcun ombra di dubbio la surreale e irrealizzabile “proposta lavorativa”. Quindi, anche se credo non serva più, giunti a questo punto anche la mia testimonianza, la rilascio comunque per poter condividere l’assurda esperienza affinchè magari alcuni fatti accaduti personalmente possono aiutare anche altre persone per eventi futuri che possano contenere simili circostanze, utilizzando la questione “sevastianos” come un’utlissimo esempio e pietra di paragone per tenersi il più possibile alla larga da truffe che in un periodo storico così delicato sono all’ordine del giorno!!
    Pertanto:
    io ricevetti la notizia del casting per un lungometraggio indipendente e sperimentale in estate, pubblicato su internet e inviatomi da una mailing list a cui molti attori (compresa io) sono iscritti.
    Alchè incuriosita, ma pur sempre diffidente poichè trattandosi di annunci non filtrati da istituzioni o agenzie (che comunque non permettono altrettanto anche queste di essere certi della serietà al 100%) decido di rispondere, inviando il mio C.V e qualche foto come su richiesta. Mi risponde dopo moolto tempo un tizio, che si scusa del ritardo, mi racconta un pò il progetto, e alla mia domanda inziale (contenuta fin da subito nella prima mail) se per gli attori selezionati era prevista retribuzione, mi consiglia di contattare personalmente il Signor Sevastianos, con cui sarei potuta scendere nel dettaglio e ricevere le informazioni richieste.
    Un pò sbuffando e già stupita dall’insolita procedura, decido comunque di scrivergli “la famosa lettera motivazionale”.. che per me non aveva alcun senso, e proprio perchè per carattere quando capisco che c’è già qualcosa che non mi convince prendo tutto molto alla leggera, metto da parte una presentazione professionale in cui giustamente l’avrei messo al corrente della mia formazione, del diploma di attrice che ho conseguito, degli spettacoli ecc..ecc.. e invece gli scrivo semplicemente di me in una sorta di slancio lirico esistenziale su ciò che per me significa l’arte e il mio lavoro.. totalmente noncurante dell’effetto..
    Bene sigonori, passano giorni, dopo che mi accorga quanto le mie parole lo avevano toccato tanto da pubblicarle sulla sua pagina facebook scrivendo “prendete esempio” da lei..
    A me questo tipo di lode non mi fa alcun effetto, dato che essendo una ragazza molto concreta, nelle cose che riguardano il mio lavoro voglio arrivare al sodo e parlare chiaro. Bene, anche a me, lui parla di contratto, di percentuali, di retribuzione post-film in base al ruolo, immettendomi senza dirmi nulla, senza provino, basandosi solo su C.V e foto, nella “star” del film! Ahahah… ovviamente questo anzichè rendermi felice, si aggiunge alle mie supposizioni sempre più reali che il tipo vendeva fumo!
    Da lì in poi si passa ai “comandamenti”, a tutta quella sfilza di ordini che tutti i giorni dovevi eseguire altrimenti eri fuori (eh scusate a chi non viene in mente il mitico Crozza e il suo personaggio grottesco di Briatore!.. peccato che quello è una caricatura!) a ciò si aggiungono tutti i suoi deliri di onnipotenza, e ossessioni persecutorie e complottiste di essere al centro del mirino.. che tutta l’Italia e i paesi internazionali vogliono boicottare il suo film.. ecc ecc… Io rimango allibita non tanto dal povero pazzo.. quanto dal consistente numero di persone che ancora c’erano dentro, che eseguivano i suo comandi,che scrivevano sul suo post chiamandolo Mycapitan!! e poi si passa alle riprese in ospedale.. foto di backstage….
    Insomma credo che la grande forza che ha fatto restare nel dubbio o convincere del tutto molti.. non è stato tanto lui.. quanto un’ autosuggestione di gruppo, un automatico contagio a catena, dove il post di uno, o l’azione di uno (effettiva) come l’andare a cercare la location, dava la convinzione all’altro che tutto ciò fondamentalmente fosse vero! Del tipo: se lui si sta veramente rimboccando le maniche e per davvero sta “accadendo” qualcosa significa che non saranno tutti scemi!
    Ma il mio “istinto di conservazione” cmq mi portò a farmi furba.. Non certo volevo sprecare tempo con uno del genere!
    quindi cosa facevo esattamente io in tutto ciò?: NULLA se non prenderlo per il culo.. temporeggiare.. inventandomi tutta una serie di impegni.. del tipo “oh mi dispiace ma fino ad ottobre sarò presa da un lavoro.. e sai..essendo PAGATO non posso mia lasciarlo.. (facendolo sentire anche da meno, e sapendo che non poteva in alcun modo controbattere, se non eventualmente esserne imbarazzato, perchè lui che si rivolgeva ad una professionista, non metteva in conto “inizialmente” una retribuzione) Volevo vedere fino a che punto arrivava, cosa succedeva al film.. Intanto gli davo tranquillamente del tu, guardavo fb ogni mille mai, non facevo NULLA di quanto lui ordinava ai suo “adepti”, buttandoli fuori appena qualcuno non eseguiva per tempo un ordine.. Al massimo mi toglieva l’amicizia per poi richiedermela.. cercando di fare giochetti psicologici da strapazzo.. e intanto il mio nome era dappertutto.. addirittura scelta per il suo principale format “di successo”! Alla fine, un giorno non avendo nulla da fare, decido di incontrarlo di persona semplicemente per tirare le somme finali.
    Ci vediamo per un caffè.. è palesemente emozionato.. trema.. gli faccio effetto.. l’ho capito benissimo, in realtà da sempre.. si dichiara felicissimo di vedermi.. ci rintaniamo in un caffè.. gli chiedo come stanno andando le riprese.. se sta per finire il film.. i programmi da lanciare nei vari canali.. Lui non fa altro che tergiversare… inziando un discorso ragazzi, che non ho mai sentito nella mia vita, realmente DELIRANTE.. lui che ha 5/6 lauree..oxford.. new york… che ha insegnato nelle migliori università, che vuole fare questo progetto perchè in realtà non è il film il suo vero scopo.. che lui in cantiere ne ha altri 6, con sceneggiature e tutto già intavolato e pronto, che questi programmi lo porteranno a vendere ville in sardegna..!!! ebbene sì vendere ville!! che lui ha da offrirMI un impero……. SE………….. eccolo qui! è lì che lo volevo! …non scendo in dettagli…. perchè davvero……
    ovviamento io stacco le mani.. dato che le sue dita avevano cercato le mie.. mostro di riportare la converazione sui binari.. mettendolo alle strette, sparandogli delle domande chiare a raffica, che esigono risposte semplici, sì-no. Fa un giro di parole incredibile, capisce. Nel giro di un minuto dice di avere un impegno, che io non ho capito nulla, va alla cassa, paga due caffè. Io con tranquillità mi alzo, mi infilo il cappotto, sorridente lo saluto e giro i tacchi.
    Da quel momento in poi, il giorno dopo la sua pagina Fb non c’era più.
    Spero che questo possa far comprendere chi si cela dietro LA VERA TRAPPOLA DEI SOGNI …E DEI PROVINI, persone in questo caso pazze.. che però si approfittano del grave momento in cui viviamo per cercare di imbambolare le persone, che a volte, pur di lavorare, sono portate ad aggrapparsi a tutto… Non tutti siamo forti, imperturbabili, e razionali e ci sono momenti della vita in cui senza volere, causa circostanze esterne, si è più fragili. Perciò scivolare in certi meccanismi, non è poi così impossibile! Stiamo attenti!!!
    Un abbraccio a tutti! E facciamoci forza!
    Questo immediatamente mi risponde,

  54. semprevigili says:

    Ciao a tutti i compagni di avventura!

    Anche io compositore professionista, anche io a Zola Predosa quel mattino, anche io iper-diffidente già durante il viaggio in autostrada per raggiungere il luogo del provino.

    Leggendo i vostri commenti mi sono ritrovato in TUTTO. Se non altro, potremo intrattenere i nostri amici con i dettagli di questo assurdo e succoso epic-fail chiamato Sevastianos, assicurandoci grasse risate a noi stessi e agli altri.
    “Io ho 6 lauree”, “io sapevo già cosa avresti risposto”, “io ho vissuto ovunque, anche in altre galassie, lungo le 7 proiezioni dei tempi e parlo le lingue dei 5 mondi” (alla faccia della teorie delle stringhe), la puzza di sigaretta da rimanere intossicati, i 45000 vincoli e le mail da sbellicarsi dalle risate “introiti mondiali netti” “la somma si spartirà in parti analoGICHE”, percentuali e numeri buttati un po’ lì a caso ecc ecc. Condivido in pieno anche il dettaglio dell’accento da giostraio, cosa che una bella campanella d’allarme me l’aveva fatta scattare (lungi da me fare di tutta un’erba un fascio, ma la combinazione delle perplessità in quel momento ha raggiunto il climax).

    Che dire? Fidandomi del mio istinto, non ho sprecato nemmeno un secondo della mia vita uscito dall’Hotel quel mattino, stando dietro ad un progetto senza vita e senza futuro.

    L’unica cosa che so, è che mi piacerebbe tantissimo sapere come andrà a finire per poter, in futuro, raccontare questa cacofonica barzelletta vivente arrivando a conoscerne pure il capitolo finale. In realtà mi piacerebbe saperne la conclusione anche solo per curiosità, perchè non vi nascondo che un po’ di “pietà” (nel brutto senso della parola) il nostro regista premio Oscar “coi poteri delle multi-lauree” me la suscita.

    Tenete aggiornata questa pagina e…un grosso in bocca al lupo a tutti per un futuro SERIO e PROFESSIONALE. Sempre all’erta! Sempre vigili! 🙂

  55. semprevigili says:

    Ciao a tutti i compagni di avventura!

    Anche io compositore professionista, anche io a Zola Predosa quel mattino, anche io iper-diffidente già durante il viaggio in autostrada per raggiungere il luogo del provino.

    Leggendo i vostri commenti mi sono ritrovato in TUTTO. Se non altro, potremo intrattenere i nostri amici con i dettagli di questo assurdo e succoso epic-fail chiamato Sevastianos, assicurandoci grasse risate a noi stessi e agli altri.
    “Io ho 6 lauree”, “io sapevo già cosa avresti risposto”, “io ho vissuto ovunque, anche in altre galassie, lungo le 7 proiezioni dei tempi e parlo le lingue dei 5 mondi” (alla faccia della teorie delle stringhe), la puzza di sigaretta da rimanere intossicati, i 45000 vincoli e le mail da sbellicarsi dalle risate “introiti mondiali netti” “la somma si spartirà in parti analoGICHE”, percentuali e numeri buttati un po’ lì a caso ecc ecc. Condivido in pieno anche il dettaglio dell’accento da giostraio, cosa che una bella campanella d’allarme me l’aveva fatta scattare (lungi da me fare di tutta un’erba un fascio, ma la combinazione delle perplessità in quel momento ha raggiunto il climax).

    Che dire? Fidandomi del mio istinto, non ho sprecato nemmeno un secondo della mia vita uscito dall’Hotel quel mattino, stando dietro ad un progetto senza vita e senza futuro.

    L’unica cosa che so, è che mi piacerebbe tantissimo sapere come andrà a finire per poter, in futuro, raccontare questa cacofonica barzelletta vivente arrivando a conoscerne pure il capitolo finale. In realtà mi piacerebbe saperne la conclusione anche solo per curiosità, perchè non vi nascondo che un po’ di “pietà” (nel brutto senso della parola) il nostro regista premio Oscar “coi poteri delle multi-lauree” me la suscita.

    Tenete aggiornata questa pagina e…un grosso in bocca al lupo a tutti per un futuro SERIO e PROFESSIONALE. Sempre all’erta! Sempre vigili! 🙂

  56. L. says:

    Ho fatto anch’io il provino a Zola Predosa l’anno scorso. In verità ero già partita senza troppa convinzione visto che avevo letto alcuni post deliranti sul blog ma volevo constatare di persona. Già prima di entrare in sala diverse persone mi raccontano delle sue varie lauree, che ha vissuto in mezzo mondo e che è convinto di andare agli Oscar l’anno seguente con questo film rivoluzionario. Non dò troppa importanza alla cosa, mi faccio coraggio e varco la soglia. Ricordo perfettamente un individuo bizzarro sui 40 con un accento non identificabile. E ricordo il fatto che fumasse mentre recitavo, girandosi anche di spalle in diversi momenti verso la finestra. Non filmando neanche il provino la vedevo come una presa in giro, insomma, manco mi guarda. Mi chiede più volte perché dovrebbe scegliere proprio me dato che ha già ricevuto migliaia e migliaia di curriculum. Mi racconta delle web tv e che lui sta cercando anche un nocciolo duro di collaboratori sui quali poter sempre contare. Mi fa una sorta di analisi psicologica in cui mi definisce una persona “mite” e che lui l’ha capito dato che è laureato anche in psicologia. Mi dice che se mi prende nel film devo dare conferma entro 24 ore, pena l’esclusione da esso, quindi devo controllare sempre la mia e-mail. Ok. Controllo sempre l’e-mail ma niente. Intanto però siamo in contatto su Facebook e continuo a leggere i suoi status che ogni giorno diventano più deliranti e sempre più pieni di “regole” da seguire. Regole che ricorda a tutti continuamente. Quando –finalmente– mi autoconvinco di esserne fuori e smetto di controllare ossessivamente la mia e-mail (rendendomi conto della pazzia del soggetto, che il progetto difficilmente sarebbe andato avanti date le basi e che quindi non ci avrei perso nulla) leggo che lui avrebbe continuato i provini su Skype. Su Skype, intendiamoci. Evviva la professionalità, fino ad allora non ne avevo mai sentito parlare. Allora gli scrivo per fargli presente che facendo questi nuovi provini su Skype avrebbe un po’ mancato di rispetto a chi aveva impiegato tempo e soldi per arrivare a Zola Predosa. Diverse persone, come me, arrivavano da fuori. In fondo poteva tipo pensarci prima e fare i provini su Skype fin dall’inizio. Non mi sembrava giusto non tanto per me ma un po’ per tutti. Mi risponde immediatamente che io avrei dovuto essere nel film ma mi ringraziava per questo messaggio che era “utile” a togliermi dal progetto. Mi ha cancellata poi da Facebook e da allora non l’ho più sentito. Leggendo le vostre testimonianze mi rendo conto che c’è gente che ha perso mesi della propria vita dietro questa persona ed è allucinante che noi ci rivediamo “costretti” a seguire queste pazzie, portandoci fino allo sfinimento mentale e fisico, per vederci data un’opportunità. UNA OPPORTUNITA’ che altrimenti non vediamo in giro, che altrimenti forse non ci verrà mai data e allora noi riversiamo tutte le nostre speranze verso la prima persona che passa e ci dice che lui ci cambierà la vita, che ci farà fare il “grande salto”. Ragazzi diffidate da chiunque dica queste emerite minchiate, passatemi il termine perché è di questo che si tratta, perché altrimenti questi mercenari vi manipoleranno il cervello e continueranno a chiedervi soldi e quant’altro promettendo di realizzare il vostro sogno. Ci sono persone che non sanno cosa fare nella vita e allora decidono di guadagnare sui sogni altrui. Scusate lo sfogo. Buona vita. L.

  57. L. says:

    Ho fatto anch’io il provino a Zola Predosa l’anno scorso. In verità ero già partita senza troppa convinzione visto che avevo letto alcuni post deliranti sul blog ma volevo constatare di persona. Già prima di entrare in sala diverse persone mi raccontano delle sue varie lauree, che ha vissuto in mezzo mondo e che è convinto di andare agli Oscar l’anno seguente con questo film rivoluzionario. Non dò troppa importanza alla cosa, mi faccio coraggio e varco la soglia. Ricordo perfettamente un individuo bizzarro sui 40 con un accento non identificabile. E ricordo il fatto che fumasse mentre recitavo, girandosi anche di spalle in diversi momenti verso la finestra. Non filmando neanche il provino la vedevo come una presa in giro, insomma, manco mi guarda. Mi chiede più volte perché dovrebbe scegliere proprio me dato che ha già ricevuto migliaia e migliaia di curriculum. Mi racconta delle web tv e che lui sta cercando anche un nocciolo duro di collaboratori sui quali poter sempre contare. Mi fa una sorta di analisi psicologica in cui mi definisce una persona “mite” e che lui l’ha capito dato che è laureato anche in psicologia. Mi dice che se mi prende nel film devo dare conferma entro 24 ore, pena l’esclusione da esso, quindi devo controllare sempre la mia e-mail. Ok. Controllo sempre l’e-mail ma niente. Intanto però siamo in contatto su Facebook e continuo a leggere i suoi status che ogni giorno diventano più deliranti e sempre più pieni di “regole” da seguire. Regole che ricorda a tutti continuamente. Quando –finalmente– mi autoconvinco di esserne fuori e smetto di controllare ossessivamente la mia e-mail (rendendomi conto della pazzia del soggetto, che il progetto difficilmente sarebbe andato avanti date le basi e che quindi non ci avrei perso nulla) leggo che lui avrebbe continuato i provini su Skype. Su Skype, intendiamoci. Evviva la professionalità, fino ad allora non ne avevo mai sentito parlare. Allora gli scrivo per fargli presente che facendo questi nuovi provini su Skype avrebbe un po’ mancato di rispetto a chi aveva impiegato tempo e soldi per arrivare a Zola Predosa. Diverse persone, come me, arrivavano da fuori. In fondo poteva tipo pensarci prima e fare i provini su Skype fin dall’inizio. Non mi sembrava giusto non tanto per me ma un po’ per tutti. Mi risponde immediatamente che io avrei dovuto essere nel film ma mi ringraziava per questo messaggio che era “utile” a togliermi dal progetto. Mi ha cancellata poi da Facebook e da allora non l’ho più sentito. Leggendo le vostre testimonianze mi rendo conto che c’è gente che ha perso mesi della propria vita dietro questa persona ed è allucinante che noi ci rivediamo “costretti” a seguire queste pazzie, portandoci fino allo sfinimento mentale e fisico, per vederci data un’opportunità. UNA OPPORTUNITA’ che altrimenti non vediamo in giro, che altrimenti forse non ci verrà mai data e allora noi riversiamo tutte le nostre speranze verso la prima persona che passa e ci dice che lui ci cambierà la vita, che ci farà fare il “grande salto”. Ragazzi diffidate da chiunque dica queste emerite minchiate, passatemi il termine perché è di questo che si tratta, perché altrimenti questi mercenari vi manipoleranno il cervello e continueranno a chiedervi soldi e quant’altro promettendo di realizzare il vostro sogno. Ci sono persone che non sanno cosa fare nella vita e allora decidono di guadagnare sui sogni altrui. Scusate lo sfogo. Buona vita. L.

  58. Michele D. says:

    Anche io avrei una storia assurda da raccontare a riguardo. Ma non si possono prendere tutte le testimonianze, rintracciarlo (è facile basta vedere a che nome aveva prenotato in hotel a Bologna) e quererarlo? Io sono sicuro che un sassolino dalla scarpa lo si può togliere anche solo per stalking e minacce.

  59. Michele D. says:

    Anche io avrei una storia assurda da raccontare a riguardo. Ma non si possono prendere tutte le testimonianze, rintracciarlo (è facile basta vedere a che nome aveva prenotato in hotel a Bologna) e quererarlo? Io sono sicuro che un sassolino dalla scarpa lo si può togliere anche solo per stalking e minacce.

  60. Alessio says:

    A TUTTI I SOGNATORI. Prendete una videocamera e fatevi il VOSTRO FILM! Con 120 ore di lavoro indipendente, autoprodotto e autofinanziato, ora partecipo a piccoli Film Festival con i MIEI corti…
    Risultato modesto, ma sicuramente meglio del nulla prodotto dal nostro “amico” greco… ho fatto il provino nel 2013, ovviamente viaggio a Bologna a spese mie, quando mi ha offerto una percentuale sui futuri ricavi… gli ho gentilmente detto “pochi, maledetti e subito!”
    MORALE: non fatevi fregare e vivete il VOSTRO SOGNO, nessuno di noi giovani ha bisogno di false promesse ne dai greci, nè dai vostri compatrioti, né da nessun altro! costruiamoci noi un futuro creativo!

  61. Alessio says:

    A TUTTI I SOGNATORI. Prendete una videocamera e fatevi il VOSTRO FILM! Con 120 ore di lavoro indipendente, autoprodotto e autofinanziato, ora partecipo a piccoli Film Festival con i MIEI corti…
    Risultato modesto, ma sicuramente meglio del nulla prodotto dal nostro “amico” greco… ho fatto il provino nel 2013, ovviamente viaggio a Bologna a spese mie, quando mi ha offerto una percentuale sui futuri ricavi… gli ho gentilmente detto “pochi, maledetti e subito!”
    MORALE: non fatevi fregare e vivete il VOSTRO SOGNO, nessuno di noi giovani ha bisogno di false promesse ne dai greci, nè dai vostri compatrioti, né da nessun altro! costruiamoci noi un futuro creativo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *